San Colombano, i cinghiali distruggono i campi alle porte di Bergamo - BergamoNews
Il caso

San Colombano, i cinghiali distruggono i campi alle porte di Bergamo video

Le guardie provinciali intervenute sul posto lunedì mattina sarebbero al lavoro per capire il motivo che ha spinto i cinghiali così vicino alle abitazioni della città.

“No, non era mai successo. Sapevo che i cinghiali imperversavano nei boschi della Maresana ma non si erano mai visti nei campi così vicini alla città. Ci siamo accordi dei danni venerdì mattina, questa mattina sono intervenute le guardie della Provincia di Bergamo per capire come sia potuto succedere e perché i cinghiali siano arrivati praticamente in città”.

Sono le parole di Isaia Parietti che possiede un campo in via Alcaini, quartiere San Colombano. Il suo campo a prato è stato praticamente distrutto dalle enormi buche fatte dai cinghiali.

“Doveva essere un gruppo numeroso e con cinghiali di grosse dimensioni viste le impronte e le buche realizzate – osserva Parietti -. Abbiamo subito un danno non indifferente, dovremo arare il campo e rimetterlo a livello visto lo scempio che hanno fatto”.

leggi anche
  • L'iniziativa
    “Bergamo, un museo a cielo aperto”: incontri online alla scoperta del territorio
  • Motori
    Il marchio Cupra prende casa a Bergamo: per Formentor debutto da star
  • Lunedì mattina
    Scontro tra autobus e betoniera: Seriate, cinque giovani studenti in ospedale
  • L'incidente
    Treviglio, operaio investito sulle rotaie: la locomotiva gli amputa un piede
  • Età evolutiva
    Mangiare consapevole: ascoltare la saggezza del corpo
  • Confai
    Politica agricola UE: proroga dei piani di sviluppo rurale fino al 2022
  • La lettera
    Ponteranica, “I cinghiali ormai arrivano in paese, aiutateci”
  • La proposta
    Il sindaco di Ponteranica: “Il Parco dei colli non è vocato alla presenza dei cinghiali”
  • La proposta
    Cinghiali nel Parco dei Colli, la Lav: “Niente caccia, la soluzione è sterilizzarli”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it