BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Logan – The Wolverine, Nessun dorma o Alcatraz? La tv del 23 novembre

Ecco il palinsesto delle reti televisive per la prima serata di lunedì 23 novembre

Per la prima serata in tv, lunedì 23 novembre su RaiUno alle 21.25 andrà in onda la fiction “Vite in fuga”. Verranno proposti due episodi dal titolo “Aprile” e “Gaeta”. Nel primo, l’ispettrice Serravalle è convinta che Claudio Caruana e la sua famiglia siano vivi e si stiano nascondendo. Riesce a rintracciare Mario, il ragazzo di Alessio, e gli chiede un aiuto. Silvia è devastata dalla scoperta che la sera del delitto Claudio si trovava con Gloria, la sua amante. Claudio vorrebbe riconquistarla, ma non sa da dove cominciare per rimettere insieme i pezzi.
Nel secondo, Silvia, non riuscendo a dissuadere Alessio dal fuggire a Gaeta, decide di seguirlo. Ilaria, messa sotto pressione, informa Claudio di quello che sta accadendo. A Gaeta arriva anche l’ispettrice Serravalle che ha seguito Mario, sperando che la porti da Alessio. Claudio scopre l’omosessualità del figlio, di cui finora era all’oscuro. Anche grazie al rischio che i Caruana hanno appena vissuto, Silvia riesce a riavvicinarsi al marito.

Su RaiTre alle 21.20 l’appuntamento è con “Report”, il programma d’inchieste condotto da Sigfrido Ranucci.

Si parte con il reportage “I padroni di casa” di Luca Chianca e la collaborazione di Alessia Marzi. Un comunicato Rai anticipa: “Chi è il vero proprietario del Milan? Se lo sono chiesto in tanti da quando Silvio Berlusconi l’ha venduto. Dopo la parabola misteriosa del cinese Mr Lì, oggi tutti parlano del Fondo Elliott ma in realtà i titolari effettivi delle società lussemburghesi che controllano il Milan sono due consiglieri di amministrazione del club rossonero, Gianluca D’Avanzo e Salvatore Cerchione. Report lo scopre perché l’ultima direttiva antiriciclaggio, voluta dall’Europa, impone a ogni Paese membro un registro dei beneficiari finali delle operazioni fatte dalle società e questo al di là di accordi privati, tra soci o azionisti per la governance di una società. Mentre l’Italia non ha ancora il suo registro, il Lussemburgo si è da poco adeguato alla normativa ed è lì che leggiamo chi sono i nuovi titolari effettivi del Milan, almeno sulla carta, con una quota di poco superiore al 50%”.

Si prosegue con l’inchiesta “Potere capitale” di Daniele Autieri e la collaborazione di Federico Marconi. Un comunicato Rai spiega: “È uno dei Corpi di polizia cittadina più grandi d’Europa: oltre 6mila vigili con competenze che vanno dal decoro urbano alla verifica delle misure anti-Covid. Ma a dieci anni dalle prime denunce che portarono all’arresto del comandante generale del Corpo di polizia locale di Roma, Angelo Giuliani, il sistema di potere all’interno dei vigili urbani della capitale è ancora in piedi. Attraverso testimonianze e intercettazioni inedite, l’inchiesta ricostruisce i legami tra l’allora comandante Giuliani e l’attuale comandante generale Stefano Napoli, nominato alla guida del Corpo il 30 giugno scorso dalla sindaca Virginia Raggi. Parlano commercianti vittime di estorsione e cittadini minacciati di morte solo per aver segnalato troppe irregolarità, ed emerge per la prima volta il ruolo di alcuni vigili come fiancheggiatori dei clan nella conquista dei locali del centro di Roma. Un sistema così consolidato che è capace perfino di far tremare un sindaco, al punto da rendere lecita la domanda: quale è stato il ruolo dei vigili di Roma negli scandali che hanno portato alle dimissioni di Ignazio Marino?”.

Il reportage successivo, “AAA infermieri cercasi”, è di Chiara De Luca. Un comunicato Rai specifica: “La seconda ondata della pandemia di Covid-19 ha travolto anche la Regione Piemonte, che non si è fatta trovare pronta a gestire questa nuova emergenza. È soprattutto la carenza di personale infermieristico ad aver messo in difficoltà le strutture sanitarie a causa di bandi iniziati solo a fine ottobre”.

Infine, la puntata si concluderà con l’inchiesta “Immuni e le sue sorelle” di Lucina Paternesi e la collaborazione di Alessia Marzi. Un comunicato Rai anticipa: “Non solo Immuni: durante i mesi più bui della pandemia in Italia sono spuntate come funghi applicazioni di telemedicina per gestire i pazienti a distanza ma anche brutte copie dell’app di Stato: quelle di Lazio, Lombardia, Bergamo città, ora anche del Veneto di Zaia e soprattutto di Sicilia e Sardegna. App invasive, che spesso utilizzano il gps e che, in base alle ordinanze regionali, sembrano obbligatorie per poter andare in vacanza nelle due isole. Ma sono legittime?”.

Spazio all’attualità e alla politica su Rete4 alle 21.25 con “Quarta repubblica”, condotto da Nicola Porro.

Su Canale5 alle 21.30 l’appuntamento è con il “Grande Fratello Vip”, condotto da Alfonso Signorini.

Per chi preferisse vedere un film, su RaiDue alle 21.20 c’è “Assassin’s Creed”; su Italia1 alle 21.15 “Logan – The Wolverine”; su La5 alle 21.30 “Rosamunde Pilcher – Quando meno te lo aspetti…”; su Iris alle 21.15 “L’isola dell’ingiustizia – Alcatraz”; e su Italia2 alle 21.10 “Aiuto vampiro”.

Su Rai4 alle 21.15 ci sarà la serie “Il trono di spade”. Nel fantastico continente di Westeros, l’esercito proletario di Daenerys Targaryen affianca la famiglia Stark, sovrana del Nord, contro l’inarrestabile invasione dei non-morti. Seguirà lo scontro finale con i nemici di sempre, gli usurpatori Lannister.

Su Rai5 alle 21.15 sarà la volta di “Nessun dorma”. Due grandi artisti appartenenti a mondi musicali lontani, ma accomunati dalla contemporaneità della loro espressione artistica. Andrea Mirò e Raffaele Pe sono i protagonisti del programma di Rai Cultura condotto da Massimo Bernardini, in onda stasera. Andrea Mirò è autrice, produttrice, cantante, direttore d’orchestra, polistrumentista rock di formazione classica. Raffaele Pe è un controtenore, specialista in musica barocca, da Monteverdi a Händel, esploso da pochi anni nei teatri di tutto il mondo e fondatore dell’ensamble La Lira di Orfeo. Ai due ospiti, sempre nel segno della contemporaneità, si aggiunge Margherita Vicario, innovativa artista della scena indipendente italiana, capace di raccontare i nostri tempi attraverso il linguaggio del pop più autentico e ricercato.
Gli ospiti, oltre a raccontare le tappe più importanti delle loro carriere grazie ai preziosi filmati delle Teche Rai, dialogano con i giovani studenti del Conservatorio di Palermo in collegamento. Come sempre, ampio spazio alla musica live: Andrea Mirò esegue al piano “Prima che sia domani”, brano che ha segnato la sua maturità artistica, e alla chitarra un omaggio a Giorgio Gaber con “Far finta di essere sani”. Raffaele Pe, accompagnato da tiorba e violoncello, regala alla puntata una delle arie più famose di Händel, “Lascia ch’io pianga”, e un madrigale di Claudio Monteverdi, “Voglio di vita uscir”.

Da segnalare, infine, su La7 alle 21.15 “Grey’s anatomy”; su La7D alle 21.30 il telefilm “Little Murders by Agatha Christie” e su Mediaset Extra la diretta dalla casa del “Grande Fratello Vip”.

 

Questi sono i programmi previsti per stasera salvo variazioni dell’ultimo momento apportate dalle reti televisive.

Foto tratta da Ufficio stampa Rai

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.