BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Moto 2, Enea Bastianini conduce l’Italtrans Racing Team al titolo mondiale

Il pilota della scuderia di Calcinate ha terminato il Gran Premio del Portogallo in quinta posizione, riportando il trofeo in Italia dopo due anni

Inaspettato, avvincente, sudato: si potrebbero usare centinaia di aggettivi per descrivere il successo iridato di Enea Bastianini.

Al termine dell’inedito Gran Premio del Portogallo il pilota dell’Italtrans Racing Team si è ufficialmente laureato campione del mondo di Moto 2, consegnando alla scuderia di Calcinate il primo titolo della sua storia.

Nonostante le numerose difficoltà incontrate lungo il proprio percorso, il 22enne riminese non ha mai perso il sorriso che lo caratterizza, lo stesso che gli ha permesso di conquistare l’affetto dei tifosi italiani.

In una stagione ricca di errori e colpi di scena, il centauro romagnolo è apparso particolarmente costante riuscendo così a realizzare il proprio sogno forte di tre affermazioni e sette podi complessivi.

Giunto in terra lusitana con i favori del pronostico, il “Bestia” ha affrontato subito la prova con aggressività guadagnando in partenza posizioni su Fabio Di Gianantonio (Speed Up Factory, scivolato alla prima curva) e Luca Marini.

Nonostante i tentativi di difendersi dai diretti avversari, il giovane azzurro ha pagato subito alcune difficoltà che lo hanno costretto a subire il sorpasso di Marini e Sam Lowes dando vita così a un acceso duello con Augusto Fernandez (Marc VDS Racing Team) e Marco Bezzecchi (Sky Racing Team).

La fuga messa a punto in testa dal fratello minore di Valentino Rossi e dal britannico del Marc VDS Racing Team hanno reso più difficile il compito di Bastianini, alle prese con i continui attacchi di Jorge Martin (Ajo Motorsport).

Complice alcune imprecisioni dello spagnolo e di Lowes (penalizzato da una frattura alla mano), il numero 33 dell’Italtrans ha avuto modo di riprendersi e riagganciarsi così sul gruppo davanti a lui, riuscendo così a riprendersi per due volte Fernandez

Mentre davanti Remy Gardner (Onexox TKKR SAG Team) si prendeva la prima vittoria della sua carriera superando negli ultimi giri il marchigiano dello Sky Racing Team, il portacolori della squadra orobica è riuscito a metter in cassaforte il titolo terminando una gara incerta sino alla fine.

Grazie al quinto posto conclusivo, il romagnolo ha chiuso la propria esperienza in Moto 2 precedendo Marini e riportando così il trofeo in Italia dopo due anni.

“È stata una stagione fantastica perché, nonostante le difficoltà del COVID, sono campione del mondo – ha dichiarato il “Bestia” poco dopo l’arrivo -. Vorrei dedicare questa vittoria alla mia ragazza, a ogni membro del mio team e al mio trainer perché oggi è la giornata più bella della mia vita”

Enea Bastianini avrà tempo di assimilare la propria impresa con l’attenzione rivolta al 2021 e l’approdo in MotoGp in sella alla Ducati del team Esponsorama Racing.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.