BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sprecona e poco fortunata, l’Atalanta non va al di là dello 0-0 con lo Spezia fotogallery

Due punti persi per i nerazzurri che nel finale (87' e 88') si sono mangiati due gol fatti con Pasalic. Annullato un gol dal Var a Gosens

Più informazioni su

Spenta e poco fortunata, l’Atalanta non riesce a sfondare contro il neopromosso Spezia.

È un punto agrodolce quello con cui i nerazzurri tornano da Cesena (casa temporanea dei bianconeri in questi avvio di stagione), un pareggio difficile da digerire anche solo per le due occasionissime buttate letteralmente al vento da Pasalic nel finale: il croato si è mangiato due gol (uno più grande dell’altro) nel giro di pochi secondi, tra l’87’ e l’88’.

Due errori clamorosi – più il secondo rispetto al primo – che costano agli uomini di Gasperini due punti preziosi in classifica.

Lo Spezia non ha comunque rubato nulla: la formazione di Italiano se l’è giocata alla pari, senza catenacci, a viso apertissimo. Nella ripresa ha anche costruito più di una occasione da gol (come il palo di Farias dopo 2′).

Ma l’Atalanta una partita così avrebbe dovuto vincerla, senza se e senza ma.

Pesano non solo gli errori di Pasalic, ma anche una condizione tutt’altro che brillante mostrata dai nerazzurri. Certo, Gasperini nelle ultime due settimane non ha potuto lavorare con gran parte dei suoi uomini e ha dovuto rinunciare all’ultimo anche a Djimsiti, ma soprattutto ad Hateboer e Muriel. E ha dovuto pensare anche alla prestigiosa trasferta che martedì attende i suoi, a Liverpool.

Da segnalare anche un palo colpito da Zapata sul finire del primo tempo e un’altra ghiotta occasione mancata da Gosens (il migliore dei nerazzurri). Nella ripresa (58′) gol annullato dal Var allo stesso tedesco per un fuorigioco di Zapata nell’azione.

L’Atalanta è comunque sembrata ancora lontana parente della sua versione migliore.

Una curiosità: l’ultimo 0-0 dell’Atalanta risale al 10 novembre 2019, esattamente un anno fa. Un risultato che è un’assoluta rarità per il Gasp.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.