BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Gasp non si fida dello Spezia: “Gioca con coraggio, servirà la miglior Atalanta”

Il tecnico ha grande voglia di ricominciare ma è preoccupato: "Otto giocatori li vedo solo oggi e questo indubbiamente è un problema, non è una bella situazione e così vale anche per altre squadre".

“Turnover? Ormai non c’è più, bisogna pensare a giocare ogni gara al meglio e contro lo Spezia serve la miglior Atalanta”: non fa giri di parole Gasperini, nella video intervista alla vigilia della ripresa del campionato.

Il tecnico nerazzurro non dice chi giocherà, ma “sono tutti a disposizione tranne Caldara e Malinovskyi”. E aggiunge: “Voglia di ripartire da 1 a 10? 11…”.

Non è nemmeno tenerissimo (e contentissimo) riguardo alla sosta, ma non ne fa un dramma. Preferisce guardare avanti: “Come stanno i nazionali? Otto li vedo solo oggi (venerdì ndr) e questo indubbiamente è un problema, non è una bella situazione e così vale anche per altre squadre, ma adesso dobbiamo pensare solo ai nostri impegni. E non ci saranno più interruzioni fino a marzo. Adesso avremo una partita ogni tre giorni, quello che abbiamo terminato due settimane fa è stato come un rodaggio, è servito anche per fare le giuste valutazioni sulla rosa e ogni partita a questo punto è fondamentale”.

Che partita si aspetta a Cesena? A Napoli dopo la sosta è nata male, stavolta è un avversario diverso: “Intanto serve che in campo vada la miglior Atalanta, poi ogni partita ha le sue difficoltà e dopo la sosta si ricomincia con tanti interrogativi. I rischi di questa trasferta? Chiaro che è diverso il valore rispetto al Napoli, però anche lo Spezia ha avuto la possibilità di prepararsi bene ma non possiamo farci niente, dobbiamo essere capaci di tenere alta l’attenzione evitando alti e bassi che possono capitare dopo la sosta”.

Lo Spezia è un buon test, sul piano dell’intensità anche in vista degli impegni con Liverpool e Verona, squadre che fanno anche correre molto? “Sono partite con coefficienti di difficoltà diversi, il nostro è un campionato difficile, poi avremo il Liverpool e quindi un carico notevole ma dobbiamo essere pronti e al meglio”.

Infine, riguardo ai complimenti di Italiano allenatore dello Spezia, Gasp ricambia volentieri: “Eravamo abituati a squadre neopromosse che facevano catenaccio, loro giocano con coraggio, per loro parlano il gioco e i risultati”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.