Le misure

Migliora la qualità dell’aria a Bergamo: da venerdì stop alle limitazioni

La concentrazione nell'aria, infatti, è stata di 31 µg/m3 martedì e 38,1 µg/m3, mercoledì, quindi per due giorni consecutivi sotto al limite di 50.

Dopo tre giorni vengono revocate le misure anti-smog temporanee di primo livello nei Comuni coinvolti (quelli con più di 30mila abitanti e aderenti su base volontaria) in provincia di Bergamo.

Il miglioramento dei livelli di Pm10 nell’aria farà decadere le limitazioni da venerdì 20 novembre, come già successo giovedì a Varese, Monza e Cremona: la concentrazione nell’aria, infatti, è stata di 31 µg/m3 martedì e 38,1 µg/m3, mercoledì, quindi per due giorni consecutivi sotto al limite di 50.

Anche nel resto della Lombardia non ci saranno limitazioni attive.

Le misure riguardavano il riscaldamento domestico (riduzione di 1 grado delle temperature nelle abitazioni), l’agricoltura (divieto di spandimento liquami zootecnici) e divieto assoluto di combustioni all’aperto (accensione di fuochi, falò, barbecue, fuochi d’artificio) e il divieto di sosta con motore acceso per tutti i veicoli. Si raccomanda inoltre la massima adozione dello smartworking.

Non era previsto, invece, alcun vincolo sul traffico, quindi le limitazioni temporanee per i veicoli euro 4 diesel, tenuto conto della delibera della Giunta Regionale del 9 novembre 2020 e del fatto che la Lombardia è collocata nello ‘scenario di tipo 4’, in forza delle misure restrittive nazionali introdotte con il DPCM 3 novembre 2020 e con l’ordinanza 4 novembre 2020.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI