Da Scanzo a Seriate per sfamare i piccioni: multa da 500 euro - BergamoNews
I controlli anti-covid

Da Scanzo a Seriate per sfamare i piccioni: multa da 500 euro

A farne le spese una 67enne sorpresa "senza valida motivazione" in un parco comunale. Il bilancio nel weekend della Polizia Locale

Cinquecento euro di multa dopo avere dato da mangiare ai piccioni: 400 per non avere rispettato le regole anti-Covid, altri 100 per avere violato l’ordinanza che vieta di sfamare i volatili sul suolo comunale. È successo nel weekend a Seriate, durante i controlli effettuati dalla Polizia Locale: a farne le spese una donna di 67 anni, residente a Scanzorosciate, sorpresa dagli agenti nel parco di via Dante senza valida motivazione: nelle zone rosse il Dpcm prevede il divieto di spostamenti tra regioni e comuni salvo “comprovate motivazioni di lavoro, salute o necessità”.

Nel weekend del 14-15 novembre sono state controllate in totale 33 persone (7 di loro sanzionate) oltre a diverse attività commerciali e parchi. Ci sono un cittadino che per strada non indossava la mascherina (più volte ‘richiamato’ dagli agenti), un residente di Bagnatica fermato in bici in via Stazione e un altro di Grumello del Monte: girava in auto per il paese senza valida motivazione. Altre, invece, sono state segnalate in Prefettura come assuntori di stupefacenti.

“È un periodo di grande responsabilità, per tutti – commenta il comandante della Polizia Locale Giovanni Vinciguerra -. Occorre rispettare assolutamente le regole vigenti: non tanto per la paura delle sanzioni, piuttosto salate, ma per condividere massimamente l’impegno di ciascuno sul fronte anti Covid”.

Il sindaco Cristian Vezzoli ha ricordato che “attualmente a Seriate ci sono 61 persone positive, il 6 novembre erano 54”. Ha quindi invitato la cittadinanza alla responsabilità, specificando che sono stati intensificati i controlli anche da parte di Carabinieri e Guardia di Finanza.

leggi anche
  • Il blitz
    Seriate, sorpreso a spacciare fuori dal cimitero: denuncia e multa per il Dpcm
    Generico novembre 2020
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it