“Riscatto”, Gori: "Un titolo venuto dal cuore, pensando a Bergamo" - BergamoNews
L’intervista sul libro

“Riscatto”, Gori: “Un titolo venuto dal cuore, pensando a Bergamo”

Il sindaco di Bergamo Giorgio Gori in una vita già molto poliedrica, da martedì 10 novembre ha aggiunto un nuova conquista alla sua biografia.

“Riscatto” (Bergamo e l’Italia. Appunti per un futuro possibile), edito da Rizzoli, è il libro scritto da Giorgio Gori che segna il suo esordio nel mondo editoriale. Nelle librerie e gli store online da pochi giorni.

“Un titolo che mi è venuto dal cuore. Riscatto come urgenza, come ripresa per la nostra città e il nostro Paese. È il mio esordio e forse anche un epilogo perché scrivere un libro non era mai stato nei miei progetti di vita. Ma questa volta mi sono lasciato un po’ convincere”, ha raccontato il sindaco ospite di Bergamonews per presentarlo.

Ad aver convinto Gori, oltre a Cristiano Peddis (editor della saggistica Rizzoli), il vicedirettore di Fanpage, Francesco Cancellato, secondo autore di Riscatto, con cui Gori ha instaurato una lunga intervista che è diventata essa stessa il libro.

Trecento e più e pagine scritte in forma dialogica che racchiudono un insieme di episodi biografici dei 60 anni di Gori – festeggiati nel pieno del primo lockdown, come racconta nel libro – e spunti di riflessioni molto più ampi dalla politica alla condizione economica sociale del nostro paese e della nostra città.

Perché al centro del libro c’è Bergamo. La seconda parola nel titolo subito dopo Riscatto.

“Bergamo è una piccola storia, ma è la mia storia”, scrive Gori nelle prime pagine. E ne parla con grande affetto, senso critico e sguardo acuto, ponendola al centro di una riflessione dedicata alle possibilità delle piccole città di provincia così come di quelle delle grande metropoli.

Paragonandola, anche, all’Atalanta: una città, come una squadra, che non si accontenta e che vuole ‘sempre di più’ (non a caso, slogan della campagna elettorale di Gori del 2019).

Ed è anche la città che ha formato, educato, creato la coscienza politica e sociale e dato le opportunità al primo sindaco di Bergamo rieletto per un secondo mandato.

Una città al centro dell’emergenza sanitaria che tutti noi, ormai, abbiamo imparato a conoscere molto bene, fortemente intaccata dalle sue conseguenze economiche, umane e sociali. Da quel virus che ha anche portato il sindaco a piangere più volte nel suo studio da solo, come racconta nel libro.

Una città lacerata dal quel “virus della paura” a cui è dedicato un intero capitolo.

“Il capitolo in realtà non è solo dedicato al Covid, ma alla paura che, sotto tutti i punti di vista, ci danneggia come un virus e attorno a cui molte politiche hanno creato il loro consenso”, spiega a Bergamonews.

Si parla di Bergamo, di riscatto e di emergenze da affrontare. Ma anche molto della vita di Giorgio Gori: dall’adolescenza e la sua formazione, dalla sua passione politica e la sua ascesa nel mondo della politica, dai primi lavori nei giornali locali alla carriera lavorativa nel mondo di Mediaset e come manager di Magnolia, fino agli incontri con figure fondamentali come Silvio Berlusconi e Matteo Renzi. La vita poliedrica dell’ “eretico necessario che rappresenta tutto quello che la sinistra identitaria detesta”, come scrive Cancellato.

Un libro dal finale aperto, ancora da finire e da costruire. Così come l’Italia.

Come farlo? Con gli “appunti per un futuro possibile” raccolti e descritti passo passo nelle pagine.

Partendo, prima di tutto, dalle donne, i bambini e gli stranieri: “L’immigrazione controllata e gestita è la cura per risolvere il grande problema demografico del nostro paese”. Ma anche partendo dal lavoro e dalla scuola “da riportare al centro del villaggio”. E dall’ambiente e dai giovani a cui dedicare le grandi fatiche e il grande impegno che richiede rendere realtà il sogno di una società politicamente utopica. Il sogno concreto che Gori ha dedicato proprio ai suoi figli.

leggi anche
  • Il libro
    Giorgio Gori debutta in libreria con “Riscatto”
    Generico novembre 2020
  • Dopo l'incontro sindaci-regione
    Gori: “Bergamo meno colpita, ma anche qui rischiamo una moltiplicazione dei contagi”
    Gori
  • Il richiamo del sindaco
    Gori: “Coprifuoco e non solo perché la situazione è grave. Rispettate le regole!”
    giorgio gori
  • Scanzorosciate
    In casa aveva più di 2 chili di droga (eroina, hashish e marijuana): arrestato 24enne
    Generico novembre 2020
  • Stati generali delle donne
    “Uomini illuminati”, tra i premiati c’è anche Giorgio Gori
    Giorgio Gori
  • Il cardiologo iavarone
    “La paura non freni chi ha problemi di cuore. Sintomo sospetto? Subito al pronto soccorso”
    Enrico Iavarone
  • Venerdì 11
    Bergamo-Palermo: dibattito sul futuro tra i sindaci Giorgio Gori e Leoluca Orlando
    Gori Orlando
  • L'iniziativa
    Inaugurati a Castelli Calepio i “Progetti del Cuore”
    Inaugurati a Castelli Calepio e limitrofi i “Progetti del Cuore”
  • Un anno dopo
    Gori, la fatica, l’impegno e la Bergamo martoriata: “Se solo avessimo saputo”
    Giorgio Gori
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it