BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Capisco l’emergenza Covid, ma da 4 mesi alla Motorizzazione non rispondono”

Una nostra lettrice dopo 4 mesi di telefonate a vuoto e mail senza risposta dalla Motorizzazione Civile lancia un appello perché qualcuno dagli uffici di via Briantea risponda.

Una lettera appello che evidenzia la difficoltà di interagire con la Motorizzazione anche per risolvere un dettaglio burocratico che si potrebbe risolvere in pochi minuti.

Gentile Direttore,

mi rivolgo a Lei ben sapendo che grazie alla stampa, spesso, i cittadini sono riusciti a superare ostacoli che risultavano insormontabili, soprattutto in tema di rapporti tra cittadini e Pubblica Amministrazione; rapporti che sono diventati ancora più complessi in tempo di emergenza sanitaria.

Comprendo le difficoltà connesse alla gestione del coronavirus, comprendo che tanti uffici – causa anche l’applicazione dello smartworking – abbiano dovuto far fronte ad una complessa riorganizzazione del lavoro. Ciò che non comprendo, tuttavia, sono i motivi per cui, dopo circa 4 mesi di tentativi non sono ancora riuscita a mettermi in contatto con gli Uffici della Motorizzazione Civile di Bergamo per risolvere una questione legata alla patente di guida.

Nonostante numerosi tentativi il risultato è sempre lo stesso: i telefoni squillano a vuoto, le e-mail rimangono senza risposta. Nel frattempo un problema burocratico che si potrebbe risolvere in pochi minuti, rimane insoluto, col risultato che mi trovo in grandi difficoltà perché limitata nella possibilità di circolazione. Non mi sembra accettabile che in un Paese come il nostro, i cittadini vengano abbandonati dagli organismi che, essendo parte della Pubblica Amministrazione, dovrebbero essere al loro servizio.

Riuscirò prima o poi a poter interloquire con qualcuno della Motorizzazione Civile? Sono piuttosto pessimista, ma confido che qualche funzionario, magari anche tramite le pagine di questo giornale, prenda atto del mio appello e sblocchi la situazione. In fondo basterebbe poco: sarebbe sufficiente rispondere alle telefonate e alle e-mail.

Giusi Ballarino

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.