BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A porte chiuse la Zanetti torna alla vittoria contro Busto

Finisce con una vittoria in cinque set la gara vissuta dalle rossoblù con intensità e con la voglia di vincere, di lottare e di strappare punti

Finisce con una vittoria in cinque set la sfida che il Pala Agnelli mette in scena a porte chiuse tra Zanetti Bergamo e Unet Busto Arsizio. Una gara vissuta dalle rossoblù con intensità e con la voglia di vincere, di lottare e di strappare punti. Un tie break entusiasmante e una battaglia che ha messo in campo tutto il fuoco della Zanetti.

C’è ancora Vittoria Prandi in cabina di regia opposta a Khalia Lanier. Al centro Moretto e Mio Bertolo, in banda Enright e Loda, il libero è Fersino. Busto schiera la palleggiatrice Poulter in diagonale con Camilla Mingardi, le centrali Olivotto e Stevanovic, le laterali Gennari e Gray, il libero Leonardi.

La Zanetti se la gioca, non lascia scappare Busto nemmeno quando Gray (7 punti, 53%) prova a scavare le distanze, Lanier le risponde e il sorpasso arriva con due ace di Enright e un attacco di Loda (17-16). Lanier (10 punti, 52%) mette a terra il breakpoint, ma è di nuovo Gray a riportare la parità. Il punto a punto si spezza con un attacco di Gennari e un muro di Mingardi per il 24-26.

La battaglia è solo all’inizio. Il break e l’allungo rossoblù arrivano con Sara Loda (16-13), ma Busto si rifà avanti (18-18). Ci pensa di nuovo Lanier a portare in testa la Zanetti (attacco e ace, 21-19) che difende il vantaggio con i recuperi difensivi di Fersino (83% di ricezioni positive) e gli attacchi di Loda (6, 54%, e 1 ace) ed Enright. Busto, però, si fa di nuovo avanti (23-23) e di nuovo si chiude ai vantaggi: questa volta è l’ace di Lanier ha strappare il 28-26 che vale la parità.

Il match entra nella sua fase più incandescente. Il muro del 10-6 sembra mettere un buon margine di distanza, ma ancora una volta Busto si rialza e sorpassa (14-16). Pareggia Enright (5 punti, 50%) e il controsorpasso arriva dopo una battaglia di difese che porta al 19-18: è un nuovo estenuante punto a punto con Loda tra le protagoniste (9, 66%) fino al 24-22 firmato Lanier. Stevanovic annulla la palla set, ma Lanier non si fa scappare la seconda occasione ed è 25-23.

Busto riapre le danze e corre (2-7) e quando si porta sul 5-10, Bergamo fa rifiatare la diagonale: entrano Valentin e Johnson fino al 7-14. Le ospiti prendono un margine difficile da raggiungere e portano il match al tie break (18-25).

Apre Loda, schiaccia Enright ed è 6-3. Busto si avvicina e il muro della Zanetti firma l’8-5 al cambio di campo. Si porta al servizio Enright, Mio Bertolo mura, Loda attacca, la Zanetti difende ogni palla ed è 11-6. Mingardi risponde a Lanier che mette poi a terra anche la palla del 13-9. Il 15-10 lo firma Mio Bertolo ed esplode la festa per una vittoria voluta e strappata in oltre due ore di battaglia.

Commenta Giulia Mio Bertolo: “Oggi ci abbiamo messo tutto perché abbiamo tanta voglia di vincere. Oggi volevamo la vittoria e non abbiamo mollato niente, fino all’ultimo”.

Le fa eco Vittoria Prandi: “Abbiamo lavorato tantissimo di quadra, anche nei momenti delicati abbiamo avuto pazienza e la giusta lucidità”

Zanetti Bergamo-Unet E-Work Busto Arsizio 3-2 (24-26, 28-26, 25-23, 18-25, 15-10)

Zanetti Bergamo: Enright 18, Prandi 2, Lanier 24, Loda 25, Moretto 6, Mio Bertolo 8, Fersino (L); Marcon, Faraone, Johnson, Valentin, n.e. Dumancic. Allenatore: Turino

Unet E-Work Busto Arsizio: Poulter 3, Olivotto 6, Gennari 8, Gray 25, Mingardi 24, Stevanovic 11, Leonardi (L); Bonelli, Piccinini, Escamilla, n.e. Campagnolo, Cucco (L), Bulovic. Allenatore: Fenoglio

Arbitri: Ugo Feriozzi e Andrea Pozzato

Durata Set: 28’, 30’, 29’, 24’, 15’

Battute Vincenti: Bergamo 7, Busto 0

Battute Sbagliate: Bergamo 15, Busto 8

Muri: Bergamo 9, Busto 12

Errori: Bergamo 34, Busto 26

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.