In Lombardia altri 38mila tamponi e 6.300 contagi, 123 a Bergamo - BergamoNews
Emergenza covid

In Lombardia altri 38mila tamponi e 6.300 contagi, 123 a Bergamo

A livello regionale altri 117 decessi e 40 ricoveri in terapia intensiva, mentre i guariti/dimessi sono 1.420

Sono 38.188 i tamponi effettuati, 6.318 i nuovi positivi, con un rapporto pari al 16,5%. Sono i dati contenuti nel bollettino diffuso domenica sera (8 novembre) da Regione Lombardia.

In Bergamasca sono 123 i nuovi contagi, un numero più basso si registra solo a Sondrio (114) e Lodi (57). A livello regionale altri 117 decessi e 40 ricoveri in terapia intensiva, mentre i guariti/dimessi sono 1.420.

I dati della giornata:

– i tamponi effettuati: 38.188, totale complessivo: 3.256.646
– i nuovi casi positivi: 6.318 (di cui 323 ‘debolmente positivi’ e 49 a seguito di test sierologico)
– i guariti/dimessi totale complessivo: 110.001 (+1.420), di cui 6.429 dimessi e 103.572 guariti
– in terapia intensiva: 650 (+40)
– i ricoverati non in terapia intensiva: 6.225 (+412)
– i decessi, totale complessivo: 18.343 (+117)

I nuovi casi per provincia:

Milano: 2.956, di cui 1.204 a Milano città;
Bergamo: 123;
Brescia: 545;
Como: 174;
Cremona: 99;
Lecco: 136;
Lodi: 57;
Mantova: 135;
Monza e Brianza: 877;
Pavia: 313;
Sondrio: 114;
Varese: 620.

Più informazioni
leggi anche
  • Bergamo
    Covid, la Regione all’ospedale Papa Giovanni: “Raddoppiare i posti letto”
    gigantografia ospedale
  • Covid-19
    Zone arancioni in Lombardia, Speranza: “Ipotesi prevista, ci guideranno i dati”
    Speranza Bergamo
  • Numeri allarmanti
    L’Ordine dei medici chiede il lockdown nazionale
    chiuso sportello
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it