Quantcast
Rally, le valli bergamasche ospiteranno l'ultima tappa del Mondiale - BergamoNews
L'annuncio

Rally, le valli bergamasche ospiteranno l’ultima tappa del Mondiale

La competizione iridata sbarcherà in terra orobica il prossimo 5 dicembre in occasione del Rally di Monza

Il Coronavirus non spegne il sogno del mondo delle quattro ruote bergamasco di accogliere gli assi del FIA World Rally Championship.

La nostra provincia ospiterà infatti il Rally di Monza, ultima tappa del Mondiale in programma dal 3 al 6 dicembre prossimi.

Nonostante le restrizioni imposte a causa dell’aumento dei contagi, le sorti della competizioni iridata verranno decise lungo i tornanti delle valli bergamasche, protagoniste della seconda giornata nella quale il britannico Elfyn Evans proverà  a metter a segno l’allungo decisivo sul francese Sebastien Ogier e sul belga Thierry Neuville.

Ad aprire le danze nella mattinata di sabato 5 dicembre sarà la Nembro-Selvino-Ambria che, con i suoi 26,39 chilometri, rappresenterà la prova più lunga di tutta la kermesse.

Diretti verso Val Brembilla, i concorrenti affronteranno quindi la prova speciale Gerosa-Brembilla di 11,31 chilometri prima di toccare la Valle Imagna.

Le strade di quest’ultima rappresenteranno lo scenario ideale per la speciale conclusiva che prenderà il via da Sant’Omobono Terme passando per Costa Valle Imagna e raggiungere infine Bedulita dopo 22,13 chilometri.

I tracciati saranno infine ripetuti per tre volte lungo la giornata che terminerà con la prova “Grand Prix” di Monza, preludio del gran finale previsto all’Autodromo Nazionale. 

leggi anche
Perico e Carrara tagliano|il traguardo del 29°Rally delle Prealpi Orobiche
Aci bergamo
Il 35° Rally Prealpi Orobiche arriverà sulle strade dei Colli di San Fermo
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it