Quantcast
Covid 19, dopo il caso in Danimarca l'on. Brambilla chiede: "Chiudete gli allevamenti da pelliccia" - BergamoNews
Il commento

Covid 19, dopo il caso in Danimarca l’on. Brambilla chiede: “Chiudete gli allevamenti da pelliccia”

L’onorevole Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente, commenta la nota dell’OMS secondo cui l’Italia è tra i sei Paesi che finora hanno segnalato casi di Covid-19 negli allevamenti di visoni.

“È semplicemente una vergogna che in questo Paese ci siano ancora allevamenti di visoni, destinati ad alimentare l’industria del lusso e del superfluo. Da tre legislature chiedo, ogni volta ripresentando la mia proposta di legge, che questi stabilimenti vengano chiusi” lo scrive l’onorevole Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente. 

“La vita cui sono costretti gli animali, in natura predatori territoriali abituati ad ampi spazi, è una tortura perpetua, inimmaginabile e indescrivibile: in quelle gabbie comportamenti stereotipati, automutilazioni, ferimenti, cannibalismo sono all’ordine del giorno, finché il gas non pone fine alle sofferenza delle povere bestie. E tutto questo solo per rubare loro la pelliccia e per soddisfare la vanità di chi se ne riveste. Ora l’epidemia di Covid dimostra con tutta evidenza che gli allevamenti intensivi sono un rischio, grave, per gli esseri umani. Ora che la sofferenza tocca a noi, forse qualcuno avrà pietà anche dei visoni e magari metterà all’ordine del giorno la mia proposta di legge. Se non lo fanno per gli animali, lo facciano almeno per le persone. Gli allevamenti di visoni vanno chiusi, come hanno già deciso di fare molti altri Paesi europei”. Aggiunge l’onorevole Michela Vittoria Brambilla, presidente della Lega italiana per la Difesa degli Animali e dell’Ambiente, che commenta la nota dell’OMS secondo cui l’Italia è tra i sei Paesi che finora hanno segnalato casi di Covid-19 negli allevamenti di visoni.

Nel maggio scorso l’ex ministro aveva già presentato un’interrogazione sul potenziale rischio rappresentato da questa attività per la salute umana.

IL CASO DANIMARCA

Il primo ministro danese Mett Frederiksn, nei giorni scorsi, aveva lanciato l’allarme visoni chiedendo venissero abbattuti subito tutti gli esemplari presenti nel Paese, circa 15-17 milioni. Il premier danese ha annunciato riferendo di uno studio dell’agenzia governativa ‘Staten Serum Institut’ che ha identificato una nuova mutazione del Covid nei visoni che si è già diffusa nell’uomo e potrebbe potenzialmente mettere a rischio anche l’efficacia del futuro vaccino. Sarebbero già 12 le persone contagiate dalla nuova variazione del virus e 207 gli allevamenti di visoni infettati.

I dipendenti dell’Amministrazione veterinaria e alimentare e dell’Agenzia danese per la gestione delle emergenze, in equipaggiamento protettivo, hanno già iniziato ad abbattere i visoni a Gjol, nello Jutland settentrionale dove gli allevamenti di visoni sono stati i più duramente colpiti, tra i 1100 presenti sul territorio nazionale.

“Siamo a conoscenza delle segnalazioni dalla Danimarca in merito a un certo numero di persone infettate con il coronavirus dai visoni, come alcune modifiche genetiche nel virus. Siamo in contatto con le autorità danesi per saperne di più”, riferisce l’Oms in un tweet. .

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
carcere di foto fi Larry Farr on Unsplash
La riflessione
Pianeta carcere: il Coronavirus porterà indulto e amnistia?
conte
Il documento
Lockdown, le domande più frequenti: sulle misure adottate risponde il Governo
conte gualtieri
Governo
Ristori: tra lunedì e martedì arrivano i primi bonifici alle imprese
Generico novembre 2020
I dati
Covid 19, a Bergamo i contagi delle ultime 24 ore sono 382
ospedale fiera covid coronavirus infermieri
I dati nazionali
Coronavirus, sono 39.811 i nuovi positivi nelle ultime 24 ore in Italia: 425 i morti
carabinieri forestali
Carabinieri forestali
Operazione “Pettirosso”: denunciati 106 bracconieri, salvati migliaia di uccelli protetti
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI