BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Contrastare le disuguaglianze: il progetto di una classe di San Pellegrino

Una lotta verso le disuguaglianze partendo da un progetto dello scorso anno scolastico, per arrivare ad una cena di gala a fine pandemia. Un'idea nata e promossa dell’istituto Superiore San Pellegrino

In un mondo sempre più discriminante e selettivo l’obiettivo di noi giovani è quello di abbattere (o almeno provarci) i muri che ci circondano.

Tutto ciò che è diverso viene etichettato e poco spesso compreso.

La classe 4^G dell’istituto Superiore San Pellegrino ha deciso di combattere questa lotta con tutti gli strumenti a sua disposizione.

Stereotipi di genere” è stato un importante progetto, un convegno organizzato dall’ormai ex 5^G, che ha vantato ben nove mesi di preparazione alle sue spalle.

Inizialmente organizzato all’interno del casinò di San Pellegrino Terme e poi, a causa della pandemia, trasformato in un evento streaming sulla piattaforma digitale Zoom che ha raggiunto più di tremila persone.

La tematica? La disparità di sesso in campo sociale e lavorativo.

Stereotipi di genere” è stato un progetto molto significativo per l’istituto e per i ragazzi stessi, così da essere stato lasciato in eredità ai giovani fanciulli di quarta, ma applicando qualche piccola modifica: il messaggio chiave non è semplicemente contrastare la differenza di genere, ma la disuguaglianza in ogni sua sfumatura (sociale, culturale, economica, politica, ecc.)

“È un argomento contemporaneo, ma ancora non troppo trattato, di cui si deve parlare sempre di più per riuscire ad inculcarlo nella mente dei giovani. Almeno una volta qualcuno di noi è stato messo spalle al muro per la sua diversità” si espone una delle ragazze.

“Il progetto della ex quinta è stato troppo importante per non continuare a divulgarlo e la scuola è l’ambiente adatto per farlo” continua un ragazzo.

Tra gli altri obiettivi della classe c’è anche la realizzazione di un gala: una giving back dinner dove i neodiplomati dell’ex 5^G potranno finalmente celebrare il riuscito progetto “Stereotipi di genere” insieme ai relatori che hanno potuto vedere ed ascoltare soltanto tramite schermo (la cena è chiaramente prevista a fine emergenza sanitaria) e dove gli studenti di quarta potranno esporre le loro idee sulle tematiche della disuguaglianza

Altro fiore all’occhiello dei giovani studenti è la partecipazione all’ E-TWINNING PROJECT – Erasmus plus ka 229 che permette uno scambio culturale con altre nazioni partners in Europa, in questo caso la Turchia.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.