BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Vuelta: Primoz Roglic domina la crono di Mirador de Ezaro, sesto posto per Mattia Cattaneo

Il 30enne di Alzano Lombardo ha chiuso la propria prova con 46 secondi di ritardo dallo sloveno

La Vuelta a España riparte da Primoz Roglic.

La cronometro da Muros al Mirador de Ezaro ha infatti premiato lo sloveno Primoz Roglic che, dopo il secondo giorno di riposo, si è imposto nella tredicesima tappa riconquistando così la leadership della competizione.

In grado di fare la differenza lungo l’erta finale (1,8 chilometri al 15%), il portacolori della Jumbo-Visma ha distanziato di un solo secondo il giovane americano Will Barta (CCC) e allungando sui principali avversari, a partire da Richard Carapaz.

L’ecuadoriano del Team Ineos Grenadiers ha saputo difendersi lungo i 32 chilometri con il tempo pagando 49 secondi di ritardo dal vincitore, un distacco che l’ha costretto a cedere la maglia roja.

Discorso simile anche per l’inglese Hugh Carty (Education First) che ha concluso la propria prova in quarta posizione, contenendo il gap sotto i 25 secondi.

A livello bergamasco buona prova per Mattia Cattaneo (Deceuninck-Quick Step) che, al rientro dall’infortunio subito al Giro dell’Emilia, si è confermato in crescita.

Protagonista più volte nelle tappe di montagna con fughe da lontano, il 30enne di Alzano Lombardo ha terminato le proprie fatiche in sesta posizione con 46 secondi di distacco da Roglic.

“Sapevo di non andare male nelle cronometro di un Grande Giro e oggi lo ho dimostrato, anche se non me lo aspettavo perché era la prima prova contro il tempo della stagione – ha dichiarato dopo l’arrivo il corridore orobico -. Mi sono sentito sempre bene, amministrando la velocità e la potenza”

Grazie al risultato ottenuto sulle strade della Galizia, Cattaneo ha avuto modo di guadagnare una piazza in classifica generale, attestandosi così in diciassettesima posizione: “È stata la migliore cronometro della mia carriera e spero di concludere la Vuelta nella top-20 in classifica generale”.

Foto Justin Setterfield/Getty Images

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.