BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Sorpresa: ritirata la proposta di gestione degli impianti in Val Carisole

Dentella (Sviluppo Monte Poieto): “Il comprensorio deve avere una gestione unitaria”.

Contrordine. “Il comprensorio Foppolo-Carona, secondo noi, deve avere una gestione unitaria. Per questo rinunciamo alla proposta da noi formulata in merito alla gestione delle seggiovie in Val Carisole”. Con queste parole, Stefano Dentella ha ritirato la proposta della Sviluppo Monte Poieto (formulata la scorsa settimana) per la gestione degli impianti di risalita Valgussera, Conca Nevosa e Alpe Soliva e di tutti i beni della Brembo Super Ski. Beni per cui è stata fissata un’asta, per la cessione in affitto e la gestione, giovedì 12 novembre.

Una decisione, a quanto pare, figlia dell’aggiudicazione della gestione delle seggiovie Quarta Baita e Montebello di Foppolo a Devil Peak (di Giacomo Martignon), Comunione di Montecarisole e a Sacif (di Marco Calvetti).

“Dal nostro punto di vista, la cogestione è la negazione del tentativo di far rinascere quella stazione sciistica, quindi non è possibile – spiega ancora Dentella. – Noi siamo disposti a fare un passo indietro e lasciare campo libero quest’anno a Calvetti e Martignon (per la gestione). Se non se la sentono, il passo indietro lo facciano loro. Sviluppo Monte Poieto opera per soluzioni definitive. Le pezze le lasciamo mettere a chi ha logiche di breve periodo. La sola risposta possibile alle criticità è quella della gestione unitaria del comprensorio, senza la quale non solo non è possibile stabilità gestionale ma, ancor più, inimmaginabile qualsiasi ipotesi di sviluppo”.

Soluzioni definitive che, per la Sviluppo Monte Poieto si traducono in una volontà di acquisto di entrambe le stazioni. “Ribadiamo – continua Dentella – la proposta d’acquisto del ramo d’azienda Brembo Super Ski (con un’asta ulteriore prevista in primavera) e la volontà di formalizzare in seguito al Comune di Foppolo una nuova proposta di acquisto delle due seggiovie”. Proposta d’acquisto per un milione e 400mila euro (di cui 200mila di cauzione) dei beni della Brembo Super Ski e di ulteriori 700mila euro per l’acquisto degli impianti di risalita di Foppolo.

Nel frattempo, se la Sviluppo Monte Poieto dovesse aggiudicarsi comunque la gestione degli impianti di Carona-Carisole per la prossima stagione invernale (rimane la partecipazione alla gara), Dentella si rende disponibile ad una cessione della gestione ai nuovi gestori delle seggiovie di Foppolo (“ovviamente, se il Fallimento lo riterrà possibile e se saremo assegnatari della gestione a seguito della gara”).

Una situazione che ha lasciato spiazzati un po’ tutti, a partire da Giacomo Martignon (Devil Peak) che, all’indomani dell’aggiudicazione della gestione degli impianti di Foppolo (insieme alla Sacif di Marco Calvetti), per ora preferisce non entrare nel merito: “Stavamo già facendo le prime ipotesi in direzione di uno skipass unico, adesso vediamo in che modo si evolverà la vicenda”.

Sembra comunque che, nei prossimi giorni, si possa comunque trovare la quadra. “Serve tempo, bisogna ragionare con calma per gestire tutto al meglio, senza farsi prendere troppo dalla fretta” – commenta Jonathan Lobati, presidente della Comunità Montana.

Calma e riflessione necessari anche secondo Giancarlo Pedretti, sindaco di Carona: “Vediamo che piega prenderanno gli eventi nei prossimi giorni. Entro una settimana, in base al risultato dell’asta, si potrà ragionare meglio sul da farsi”. Pedretti che, a conclusione, non avrebbe potuto meglio definire questi continui colpi di scena: “Sono giornate magmatiche”. E sempre piene di incognite.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.