Quantcast
Classifica Mediobanca, Brembo prima per fatturato tra le aziende bergamasche - BergamoNews
Edizione 2020

Classifica Mediobanca, Brembo prima per fatturato tra le aziende bergamasche

Per la provincia di Bergamo, nella ricerca sulle "Principali società italiane", la multinazionale bergamasca dei freni precede SDF e Radicifin

Brembo guida, anzi, continua a guidare (visti gli anni precedenti) la classifica delle principali società bergamasche.

La compagnia italiana leader mondiale nella produzione di impianti frenanti è prima in termini di fatturato con 2,59 miliardi di euro conseguiti nel 2019. Una leggera “frenata” rispetto ai 2,64 dell’anno precedente. A livello nazionale perde undici posizioni passando dall’61° posto alla posizione numero 72. Segue SDF -Same Deutz-Fahr- con un fatturato di 1,26 miliardi, in calo rispetto a 1,37 registrato nel 2018. Sullo scalino più basso c’è Radicifin, multinazionale con 3.100 dipendenti che opera in 16 Paesi nei business della chimica, dei tecnopolimeri, delle fibre e dei non tessuti, che ha chiuso l’esercizio 2019 con un fatturato a 1,09 miliardi di euro.

È questo il podio delle società industriali bergamasche che ci consegna l’Edizione 2020 della ricerca sulle “Principali società italiane” a cura dell’Ufficio studi di Mediobanca. Nella classifica (bergamasca) non troviamo più il gruppo dell’elettronica Mediamaket che ha spostato il suo quartier generale in Brianza.

Segue San Pellegrino, il gruppo leader nel settore delle acque minerali e delle bibite non alcoliche, con circa 1.500 dipendenti e prodotti esportati in oltre 150 Paesi nel mondo, che registra per il 2019 un fatturato di 1,07 miliardi di euro, in leggera flessione rispetto ai ricavi dell’anno precedente.

Sotto il miliardo il produttore bergamasco di tubi Dalmine che guadagna qualche posizione a livello nazionale e, in un anno, registra una lieve crescita passando da 974 a 980 milioni di euro.

Sempre in ambito provinciale scala quattro posizioni, attestandosi al sesto posto la Siad, uno dei principali gruppi chimici italiani, con 70mila clienti nel mondo, 2mila dipendenti, e un valore del fatturato di 700 milioni di euro nel 2019, in crescita rispetto ai 635 del 2018 e ai 553 del 2017.

In settima piazza si conferma Schneider Electric con ricavi che passano dai 667 milioni del 2018 ai 684 del 2019. All’ottavo posto troviamo Heineken Italia con 625 milioni di euro, seguita da Volvo Group Italia che perde una posizione rispetto ad un anno fa, passando da 649 ai 616 milioni di ricavi.

Nelle prime dieci Polynt con 604 milioni di ricavi. Seguono Kiko, Zanetti, Italcementi, Italmobiliare ed Evoca.

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Mercato ortofrutticolo
L'analisi dal mercato
“A Bergamo nessun assalto ai negozi alimentari, seconda ondata più razionale”
Ubi banca
Trimestrale
Ubi Banca, terzo trimestre giù: pesa la cessione degli sportelli a Bper
Generico novembre 2020
Il digital tour
Imprese vincenti, Intesa Sanpaolo premia 12 aziende lombarde: 5 sono bergamasche
Alberto Bombassei, patron di Brembo Spa
I dati
Brembo, terzo trimestre: l’utile netto è di 51,7 milioni
brembo clima
Il riconoscimento
Lotta ai cambiamenti climatici e risparmio idrico: Brembo premiata con la doppia “A”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI