Quantcast
Atalanta, è allarme rosso Liverpool: dalla Champions una dura lezione - BergamoNews
Appunti & virgole

Atalanta, è allarme rosso Liverpool: dalla Champions una dura lezione fotogallery

Più netta di un anno fa a Manchester. E Gasperini confessa la propria preoccupazione: "Ci manca velocità, intensità e corriamo meno"

È stato un massacro. Non c’è stata partita, dal fischio d’inizio alla fine, senza tregua. Con il Liverpool che sembrava Hamilton, sempre irraggiungibile e l’Atalanta come la Ferrari di adesso, lontana e a volte anche doppiata. O se volete il classico paragone tra una Ferrari dei bei tempi (il Liverpool) e una 500, insomma due motori di ben diversa categoria.

Forse ci eravamo un po’ illusi, anche per qualche assenza che sembrava pesare nei Reds, ma poi nessuno se n’è accorto. Forse anche la rimonta sull’Ajax aveva fatto pensare a una sfida quantomeno da giocare, non così impari come si è invece rivelata. E certo, non per regalare attenuanti ai ‘nostri’, le assenze di alcuni punti di riferimento indispensabili, unite al recupero in extremis di altri, che non potevano essere al meglio, hanno contribuito ad allargare il divario a favore degli inglesi.

Non è una giustificazione, naturalmente. E il primo ad essere preoccupato è Gasperini che ha sottolineato alcuni dei difetti della sua squadra, che tutti hanno visto: “Non corriamo più, abbiamo meno intensità o comunque non riusciamo a tenerla a certi livelli e prendiamo troppi gol”.

Un’Atalanta che ha questi problemi non può competere allo stesso livello con un Liverpool, la squadra più forte vista a Bergamo in tanti anni. Più del City, 5-1 a casa sua? Beh il risultato poteva essere anche uguale se Zapata non avesse trovato il palo a respingere un suo tiro. Però sul campo del City i nerazzurri avevano almeno tenuto per un’ora, prima di andare in barca e essere travolti. Col Liverpool il divario è stato subito netto.

Qualche attenuante ci può essere, se confrontiamo le due formazioni. Un anno fa e oggi. Cioè, allora, era l’Atalanta tipo, sugli esterni Castagne e Gosens e un po’ più prudente davanti con Malinovskyi alle spalle di Gomez e Ilicic, però col Papu libero di andare dove voleva. Stavolta si partiva da alcuni giocatori infortunati e recuperati in extremis. E abbiamo visto Toloi fare fatica, Palomino saltato più di una volta, per non parlare dei problemi in fascia, non una novità per la verità con Mojica che è andato in forte difficoltà e ha ballato mica male. Dall’altra parte Hateboer, che era in dubbio alla vigilia, ha pure dovuto rincorrere i suoi avversari che arrivavano sempre primi su tutti i palloni.

Davanti Muriel e Zapata sono andati a corrente alternata: qualcosa ha provato Muriel nel primo tempo, Duvàn si è svegliato nella ripresa dopo il 5-0, quando anche Allison gli ha mostrato la forza di questo Liverpool.

Insomma, senza due indispensabili come Gosens e de Roon il centrocampo non regge.

In più il Liverpool ha velocità e tecnica come poche altre squadre (e fa gol molto più facilmente dell’Ajax) e, se non sai competere con la stessa intensità e gli stessi ritmi, vieni travolto.

Prendiamo come buone indicazioni, per il futuro, le prove di Pessina e Ruggeri. Mentre Gasp riflette se cambiare qualcosa nell’assetto tattico, almeno contro squadre più forti, sulla difesa che dovrà recuperare Romero.

Ma sicuramente bisognerà ritrovare benzina nelle gambe, altrimenti son dolori Le tre partite alla settimana e su livelli molto alti non aiutano: col Crotone la differenza di valori è emersa, ma domenica arriva l’Inter. Occhio…

Vuoi leggere Bergamonews senza pubblicità?
Iscriviti a Friends! la nuova Community di Bergamonews punto d’incontro tra lettori, redazione e realtà culturali e commerciali del territorio.
L'abbonamento annuale offre numerose opportunità, convenzioni e sconti con più di 120 Partner e il 10% della quota di iscrizione sarà devoluta in beneficenza.
Scopri di più, diventiamo Amici!
leggi anche
Atalanta-Liverpool
Champions league
Troppo Liverpool, l’Atalanta può soltanto arrendersi: 0-5 al Gewiss Stadium
Toloi
Le pagelle
Toloi spesso in difficoltà, Djimsiti e Sportiello reggono, Zapata ci prova fino alla fine
Gasperini
Champions league
Atalanta-Liverpool, la diretta del match
Papu Gomez
Ko storici
Dal 7-1 di San Siro al Liverpool: le cinque disfatte che hanno fatto crescere l’Atalanta
Atalanta Ko
La presentazione
Atalanta-Inter, chi si rialza? Dalle delusioni in Champions al bisogno di punti in A
Gasperini
Parla il mister
Atalanta, contro l’Inter torna Romero. Gasp: “Più attenti a non prendere gol”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI