BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Stezzano chiude i parchi Gerole e Collodi: “Troppi assembramenti”

In paese oltre un terzo dei contagi racchiuso nella fascia giovanile tra 12 e 25 anni. Il sindaco: "Chiedo unità d'intenti da parte di tutti"

Stezzano chiude i parchi Gerole e Collodi. La decisione del sindaco Simone Tangorra, comunicata ai cittadini il primo novembre, è stata motivata prendendo in considerazione il numero dei contagiati in paese, le segnalazioni di assembramenti nella sera di Hallowen e ricordando come non più di qualche mese fa il virus nella Bergamasca ha provocato un’immane tragedia.

“Nel nel giorno in cui abbiamo celebrato, seppure in forma contenuta, la ricorrenza del IV Novembre – spiega Tangorra – scorro i numeri dell’ultimo aggiornamento ufficiale di Prefettura e Ats. A Stezzano i contagiati ufficiali sono 42: sabato scorso erano 19, quindi sono più che raddoppiati in una settimana”.

Oltre un terzo dei contagi è racchiuso nella fascia giovanile (12-25). “Considerando anche la fascia d’età riconducibile a grandi linee a quella dei loro genitori (40-55), arriviamo ad oltre la metà dei contagi – aggiunge il sindaco -. La correlazione emerge anche dall’analisi dei nuclei familiari contagiati e dai nominativi delle persone in isolamento fiduciario, che a Stezzano ora sono arrivati a 58 (persone in isolamento casalingo in quanto contatti stretti di un positivo). Per questi motivi, insisto nel chiedere particolare attenzione ai ragazzi”.

Il primo cittadino prende atto di come sia “normale che il virus circoli maggiormente tra le fasce d’età che, per ragioni sociali, scolastiche e lavorative si spostano maggiormente ed hanno maggiori contatti esterni”. Per Tangorra “non è però normale che, nonostante le raccomandazioni, nella sera di Halloween i Carabinieri debbano quadruplicare gli sforzi per far fronte alle numerose chiamate che segnalano assembramenti giovanili per le strade, le piazze, i parcheggi. Non è nemmeno normale che, nonostante i divieti di assembramento e la chiusura delle attività sportive, si debba far intervenire continuamente la Polizia Locale ai parchi Gerole e Collodi.

Il comunicato del sindaco si chiude con un’appello: “Chiedo unità d’intenti da parte di tutti. Senza inutili paure, ma nemmeno senza eccessiva sottovalutazione. Da parte di noi bergamaschi, dato quello che abbiamo vissuto, sarebbe imperdonabile”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.