Bayern Design espone La Pettegola - BergamoNews
A cura di

Publifarm

L'evento

Bayern Design espone La Pettegola

L’edizione limitata 2020 partecipa a “Time to Rethink - Design Edition” e Publifarm fa da madrina alla bottiglia

L’invito arriva per e-mail a metà della scorsa estate. Il mittente è Elena Pigato, project manager di Bayern Design, ente incaricato dal Presidente della Baviera di coordinare, promuovere e consolidare tutte le attività correlate al design fuori e dentro l’omonimo Land. Il destinatario è Publifarm, agenzia di comunicazione bergamasca, nella persona del suo CEO, Nicola Pavesi. L’oggetto della comunicazione è la richiesta di far partecipare La Pettegola limited edition 2020 by Riccardo Guasco a “Time to Rethink – Design Edition”, una speciale mostra d’arte online organizzata durante BrauBeviale 2020.

Come lascia intendere lo stesso nome, l’evento vuole essere un’occasione per ripensare il design sotto una nuova luce. Attentamente selezionate dagli organizzatori, le opere vogliono infatti offrire chiavi di lettura alternative per il futuro che ci attende. In particolare, mirano a rendere più sostenibile la produzione e la consumazione di prodotti beverage, attraverso l’uso di materiali e tecnologie intelligenti, che sappiano rispettare l’ambiente preservandone le risorse. Non per niente, la mostra virtuale si svolge in concomitanza a una delle fiere internazionali di riferimento per questo settore. Basti pensare che ogni anno, a BrauBeviale accorrono migliaia di visitatori da tutto il mondo alla ricerca di nuovi trend e soluzioni per rendere più competitivo il proprio business.

Bayern Design espone La Pettegola

Dal 10 al 12 novembre La Pettegola sarà presente virtualmente tra i prodotti Made in Italy che meglio rappresentano la filosofia della mostra. L’edizione limitata del Vermentino di casa Banfi è infatti un ottimo caso studio per comprendere le potenzialità del design applicate al mondo del beverage. L’etichetta rivisitata in chiave artistica distingue la bottiglia rendendola un oggetto desiderabile da parte del consumatore, perché esteticamente bella e originale. Inoltre l’artwork illustrato da Riccardo Guasco nasconde un’ulteriore novità. Una volta scaricata gratuitamente l’app Banfi, basta che la fotocamera del proprio smartphone inquadri l’etichetta perché le figure prendano vita. Tra i primi casi di realtà aumentata nel campo del beverage, La Pettegola indica come sia possibile trasformare un prodotto di lunga tradizione, come il vino, in un agglomerato di tecnologia alla portata di tutti, da condividere e su cui confrontarsi.

Bayern Design espone La Pettegola

Come ben compreso da Bayern Design, il design de La Pettegola non solo rappresenta un’importante leva di marketing, ma incentiva anche l’utilizzo di una tecnologia amica di valori fondamentali, come la convivialità, la condivisione e lo scambio di opinioni. Questo concetto sarà ripreso e ben spiegato durante “Time to Rethink – Design Edition” quando, dopo aver percorso gli oltre 700 chilometri che separano Publifarm dalla fiera di Norimberga, la bottiglia verrà virtualmente esposta sul sito web di Bayern Design. Contemporaneamente sarà trasmesso un video racconto, durante il quale Nicola Pavesi spiegherà la preziosa collaborazione con Banfi, l’azienda vitivinicola che, insieme a Publifarm, ha reso possibile questo ambizioso progetto.

Più informazioni
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it