BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Castelli aperti e passeggiate in sicurezza: il week-end in provincia

Ecco la panoramica degli appuntamenti promossi nella provincia orobica sabato 31 ottobre e domenica 1° novembre

Più informazioni su

Sono diverse le iniziative organizzate nel fine-settimana in Bergamasca. Nelle varie località vengono proposte occasioni per trascorrere piacevolmente il tempo libero rimanendo in sicurezza, nel rispetto delle restrizioni anti-Covid.
Ecco la panoramica degli appuntamenti promossi nella provincia orobica sabato 31 ottobre e domenica 1° novembre.

CASTELLI APERTI

Domenica 1° novembre si terrà l’ultimo appuntamento con le “Giornate dei castelli, palazzi e borghi medievali”. Con tutte le precauzioni, le prenotazioni per l’organizzazione in piccoli gruppi, con il distanziamento necessario e le mascherine, si potranno effettuare visite e godere delle bellezze del territorio.
Molte località fra castelli e borghi medievali apriranno le porte dei loro manieri con visite guidate alla scoperta della storia e delle tradizioni locali.
Tra arte, natura, storia e tradizione, potrete trascorrere una giornata immersi nel passato o nel relax di un territorio lontano dalla frenesia cittadina. Circondati dalla natura potrete scoprire imponenti e suggestive fortificazioni, dimore di grandi condottieri, luoghi di battaglie, cultura e leggende. Tante meraviglie, sono giunte fino a noi e sono pronte a raccontarci la loro storia.
Di rilievo anche gli eventi collaterali e le opportunità nei vari territori, con tutte le informazioni su orari, costi e prenotazioni sempre aggiornate sul sito di www.pianuradascoprire.it. Si ricorda che come sempre vale la formula, apprezzata dal pubblico per semplicità e autonomia organizzativa: i visitatori possono liberamente scegliere quali e quante realtà visitare sulla base degli orari di apertura di ciascuna località.

Le nuove disposizioni obbligano a prendere alcuni accorgimenti per garantire visite guidate in piccoli gruppi che possano mantenere un corretto distanziamento. Si ringraziano i Comuni, le Pro Loco e associazioni aderenti per aver garantito nelle passate e prossime edizioni la possibilità di svolgimento in sicurezza delle visite guidate. Sarà richiesta la prenotazione in modo da garantire l’organizzazione di gruppi senza creare assembramenti. La segreteria organizzativa dell’associazione Pianura da Scoprire è disponibile per tutte le informazioni anche per gruppi numerosi o tour ad hoc, per associazioni, in ogni giorno dell’anno, chiamando al numero 0363 301452 o all’indirizzo mail: info@pianuradascoprire.it oppure vi invitiamo a tener consultato il sito: www.pianuradascoprire.it e la relativa pagina Facebook e Instagram per tutti gli eventi sempre aggiornati.

DOMENICA 1 NOVEMBRE INDICAZIONI GENERALI PER LE VISITE

In osservanza delle direttive in materia di salute e tutela pubblica tutti i visitatori sono invitati a seguire le seguenti direttive: è necessaria la prenotazione; – ogni partecipante è tenuto a indossare la mascherina; è necessario mantenere la distanza interpersonale di almeno 1 metro; i partecipanti dovranno lasciare un recapito telefonico per permettere agli operatori la rintracciabilità per 14 giorni; si consiglia di provare la temperatura prima di uscire di casa.

Le realtà del circuito sono:
– Calcio – castello Silvestri e villa Oldofredi non visitabili domenica 1 novembre
– Cassano d’Adda – borgo storico – non visitabile domenica 1 novembre
– Cavernago – Castello – Malpaga (fraz. di Cavernago)
– Castello di Malpaga
– Cologno al Serio – non visitabile domenica 1 novembre
– Martinengo – Borgo medievale
– Pagazzano – Castello
– Pandino – Castello
– Pumenengo – Castello
– Rivolta d’Adda – non visitabile domenica 1 novembre
– Romano di Lombardia – Rocca e borgo storico
– Solza – Castello
– Torre Pallavicina – palazzi
– Treviglio – centro storico
– Trezzo sull’Adda – Castello
– Urgnano – Castello
– Padergnone ( fraz. di Zanica) – borgo storico non visitabile domenica 1 novembre.

Cavernago
Il castello di Cavernago esisteva già nel sec. XIII, era dotato di fossato ed apparteneva ai Canonici della Cattedrale di S. Alessandro in Bergamo. Da loro il condottiere Bartolomeo Colleoni lo acquisì con due atti del 1470 e 1473. Da lui passò ai suoi discendenti, i Martinengo Colleoni. Nel 1594, a seguito di una divisione fra i due rami della famiglia, il complesso toccò al condottiere conte Francesco, creato cavaliere dell’Annunziata dal duca di Savoia Emanuele Filiberto. A partire dal 1597, con la moglie Beatrice di Langosco, marchesa di Pianezza, diede inizio ai lavori di radicale ricostruzione del complesso, demolendo edifici e costruendone di nuovi, dando la forma attuale al fortilizio e facendo anche ricostruire la chiesa di S. Marco. Negli anni ’20 del sec. XVII gran parte del complesso venne decorato con pregevoli affreschi; ulteriori campagne decorative seguirono lungo il resto del secolo. Nella prima metà del ‘700 venne realizzato lo scalone elicoidale attribuito all’arch. Filippo Juvarra.
I Martinengo Colleoni lo possedettero sino al 1876 e vi abitarono sino al 1885. Dopo di loro passò ad altre famiglie come i principi Giovanelli di Venezia ed i conti Mazzotti Biancinelli e dal 1950 appartiene alla famiglia dei principi Gonzaga di Vescovato che ha iniziato un’opera di restauro. La visita al castello di Cavernago comprende, oltre all’ingresso in alcune sale affrescate, anche la salita alla torre che permette di ammirare il paesaggio circostante a 360 gradi. Oltre al castello è possibile visitare anche la chiesa di San Marco fatta edificare da Francesco Martinengo Colleoni e dalla moglie Beatrice di Langosco all’inizio del 1600 e la chiesetta della Beata Vergine.
Le visite guidate saranno alle ore: 9.30, 10.00, 10.30, 11.00, 14.30, 15.00, 15.30, 16.00 e ultima visita alle 16.30. Contributo della visita: – 5€ biglietto intero, – bambini under 10 e adulti over 70 gratuito. Per informazioni e prenotazioni: – mail: proloco.cavernagomalpaga@gmail.com, – tel. 345 1626046 (solo whatsapp no chiamate) – www.coglia.org. La visita ha una durata di un’ora e 15.

Cavernago (fraz.Malpaga) – Castello di Malpaga
Nel cuore del borgo di Malpaga si trova il castello Colleonesco, di antiche origini medioevali. Grazie alla sua rilevanza storica, architettonica e ai cicli di affreschi ancora ben conservati, il castello è considerato una delle più interessanti costruzioni della bergamasca.
Visita il Castello con l’audio guida grazie all’app “Malpaga Castle Experience” (GOOGLE PLAY/ITUNES), che vi condurrà tra le Sale del Castello, guidati dalla voce di Medea, la figlia prediletta di Bartolomeo Colleoni. Attraverso la APP Malpaga Castle Experience, adatta anche ai bambini, vi addentrerete nei meandri del Castello e scoprirete avvincenti storie legate a questo luogo fuori dal tempo e le straordinarie gesta del suo famoso proprietario Bartolomeo Colleoni, Capitano Generale della Repubblica di Venezia. Arrivati al Castello vi verrà consegnato il codice di avvio e sarete pronti ad immergervi nella storia.
Le visite saranno dalle 10 alle 18 con obbligo di prenotazione al seguente link: www.eventbrite.it Ricordatevi di portare i vostri auricolari con il filo! (L’app non funziona con quelli bluetooth). Costo della visita: – adulto € 10,00, – bimbo (under12) € 5,00, – con noleggio nostra audio guida: € 15,00.
SPECIALE HALLOWEEN: Domenica 1 novembre alle ore 15.00 speciale Halloween con visita guidata (con Guida) all’interno delle Sale del Castello con lo scopo di illustrare gli aspetti più macabri dell’antico maniero tra storie di spie realmente esistite, tecniche di tortura, veleni, alchimisti….e l’origine pagana della festa di Halloween.
Per info e prenotazioni: www.eventbrite.it
INGRESSO: Via Marconi 20,Cavernago (fraz.Malpaga) – BG. Per informazioni: – mail: prenotazioni@castellomalpaga.it, – www.castellomalpaga.it. Parzialmente accessibile per disabili

Martinengo
Martinengo ha una storia antica che, partendo dai Romani, passa dai Longobardi, cui si deve il nome della città, per arrivare alla Repubblica di Venezia e a Bartolomeo Colleoni. Passeggiando lungo i suoi portici medievali ammirerete le vestigia medievali e scoprirete tutti gli aneddoti della sua lunga storia!
La visita dell’antico borgo di Martinengo, di origine romana, prevede un itinerario che comprende i resti della torre del castello altomedievale, i caratteristici portici quattrocenteschi di Via Tadino, la facciata dell’antico palazzo comunale e la particolarissima torre dell’orologio, i pregevoli affreschi dell’ex Convento di Santa Chiara. Infine visita esterna del “Filandone”, maestoso esempio di archeologia industriale nonché set del film “L’albero degli zoccoli”.
La visita sarà arricchita con l’accesso alla sede del gruppo folcloristico Bartolomeo Colleoni e i suoi magnifici costumi d’epoca, utilizzati in alcune storiche manifestazioni e rievocazioni medievali come il Palio dei Cantù e la corsa degli asinelli.
In più domenica 1 novembre, lungo i portici martinenghesi, si potrà partecipare al mercatino del collezionismo e dell’antiquariato dalle 8 alle 18.
Sempre domenica 1 novembre, presso gli spazi del Filandone, sarà possibile visitare alla mostra fotografica “Frammenti di vita” nei seguenti orari 10.00-12.00 / 14.00-18.00 (ingresso libero).
Le visite guidate saranno alle 11, 14.30 e 16 con obbligo di prenotazione. Costo della visita: – 5,00€, – Gratis fino ai 12 anni.
Per informazioni e prenotazioni: – mail: info@martinengo.org – tel. 0363 988336 (mar-gio-sab dalle 8.30 alle 12.30). Ritrovo biglietteria presso la  sede della Pro Loco in Via Allegreni, 29 (centro storico). Accessibile per disabili

Pagazzano
La visita al castello di Pagazzano comprende: il palazzetto cinque-settecentesco con l’imponente camino con i fregi viscontei, l’originale pavimento in cotto, la scalinata in pietra a ventaglio, la corte d’onore dalla pavimentazione in mattonato, il Mastio da cui si può ammirare il paesaggio, la visita del Museo della civiltà contadina (allestito nei suggestivi sotterranei) e del museo multimediale dei “Castelli di confine”. E’ possibile inoltre visitare il M.A.G.O. – Museo Archeologico delle Grandi Opere – con i reperti rinvenuti negli scavi archeologici delle importanti infrastrutture pubbliche che hanno interessato la pianura bergamasca.
Le visite guidate saranno dalle 9 alle 12 (ultimo ingresso ore 11.30) e dalle 14.00 alle 17.00 (ore 17 partenza ultimo gruppo) con obbligo di prenotazione.
Costo della visita: variabili in base ai percorsi di visita.
Per informazioni e prenotazioni: – mail: visitepagazzano.gcc@gmail.com, – tel. 349 1359018, – www.comune.pagazzano.bg.it. Ritrovo di fronte al Castello in Piazza Castello. Durata visita completa Castello e Musei 2 ore; visita solo al Castello circa 1 ora, visita solo al Museo Archeologico circa 40 minuti. Parzialmente accessibile per disabili

Pandino
Pandino vanta uno dei castelli viscontei meglio conservati della Lombardia, edificato per volere di Bernabò Visconti e di Regina della Scala a partire dal 1355 circa, l’edificio presenta ancora in gran parte le strutture architettoniche originarie e le decorazioni pittoriche del sec. XIV, rappresentanti principalmente motivi geometrici alternati alle insegne nobiliari dei Visconti e dei Della Scala. La visita guidata comprende circa 15 stanze , portici e cortile. Le sale conservano le pitture originali del XIV secolo e alcune sono allestite con esposizioni temporanee: sala della caccia, sala del drago Tarantasio e sala dei Tarocchi.
L’accesso al Castello Visconteo di Pandino sarà possibile con la prenotazione di visite guidate. I visitatori verranno accompagnati in piccoli gruppi, di massimo 15 persone, alla scoperta di spazi esterni, esposizioni e sale. Il percorso prevede la visita alla corte interna, porticati e ingressi, ad alcune sale del piano terra, al loggiato, all’esposizione permanente dedicata a Marius Stroppa, alle sale didattiche ed alla Sala affreschi.
Le visite guidate saranno alle ore 11.30, 14.30 e 16 con obbligo di prenotazione. Costo della visita: – intero € 5,00, – ridotto € 4,00 (Adulti over 70 – visitatori dai 6 ai 18 anni – insegnanti muniti di certificazione – soci FAI), – gratuito per bambini fino ai 6 anni, diversamente abili con un accompagnatore e guide turistiche munite di tesserino di abilitazione. Per la visita non guidata, in autonomia, si applica uno sconto di 1 euro.
Per effettuare la visita è obbligatoria la prenotazione (la prenotazione è ritenuta valida solo dopo la conferma scritta da parte dell’operatore). Le prenotazioni dovranno essere fatte tramite email o whatsapp, la richiesta deve comprendere giorno e orario scelto e devono essere indicati anche i dati di un referente per la prenotazione (nome, cognome, numero cellulare, copia di un documento d’identità).
Per informazioni e prenotazioni: – tel. 338 – 7291650 (WhatsApp) o 0373- 973350 – mail: turismo@comune.pandino.cr.it, – www.comune.pandino.cr.it. I visitatori potranno attendere la guida davanti all’ufficio turistico, ingresso sud del Castello Visconteo (Via Castello, 15 – Pandino CR). La durata della visita sarà di circa 45 minuti. Accessibile per disabili.

Pumenengo
Visita al castello Barbò di Pumenengo situato all’estremo confine sud della provincia di Bergamo. L’ampio cortile interno è di forma trapezoidale con pavimentazione in ciottoli. L’intera struttura è realizzata in cotto e borlante di fiume. Sul lato sud al primo piano, che doveva essere il piano “nobile”, vi è un grande salone con pareti interamente affrescate, oggi usata come sala consiliare.

Le visite guidate saranno alle 10, 11, 14, 15, 16 e 17 con obbligo di prenotazione.
Costo della visita: – intero (Castello e chiesetta di S. Giorgio) € 3,00, – gratis fino ai 12 anni, – Tour completo (visita castello + chiesa Parrocchiale e Santuario) € 5,00, – Tour dedicato ai più piccoli un omaggio del Comune a tutti i bambini.
Gli amici a 4 zampe possono entrare solo nel castello. Oltre al Castello Barbo’, saranno visitabili anche la chiesa parrocchiale dedicata ai Santi Pietro e Paolo che un tempo fu la cappella gentilizia dei conti Barbo’ e dove si potrà ammirare un dipinto raffigurante “L’ultima cena” recentemente restaurato e dalla storia curiosa ed interessante. Per i più piccoli, alle ore 14.30, “La dama, il conte, lo scagnozzo e la bambina caduta nel pozzo”: speciale passeggiata nel Castello dedicata ai bambini e alle bambine, un momento di fiaba e di storia seguito da Fathia. Obbligo di prenotazione della visita. Inoltre, alle ore 15.00 con partenza in piazza Castello, per coloro che volessero approfondire l’argomento, possibilità di visitare la parrocchia SS Pietro e Paolo e il santuario Madonna Della Rotonda a cura della dott.ssa Roberta Lilliu, storica dell’arte. Per questioni di tempistiche e nel rispetto delle celebrazioni liturgiche, questa visita potrà essere svolta in questo orario e, compatibilmente con il regolamento anti Covid, i gruppi non potranno superare le 20 persone. Sarà necessario un piccolo spostamento con mezzi propri per raggiungere il santuario.
Sempre visitabile la suggestiva chiesetta di S Giorgio, dove, su una pala d’altare, è raffigurato un esponente della nobile famiglia Barbo’. Per informazioni e prenotazione: – tel. 339 6434403, – mail: annlanz@libero.it, – wwww.comune.pumenengo.bg.it. Parzialmente accessibile per disabili

Romano di Lombardia
Visita esterna alla Rocca con la sua massiccia costruzione caratterizzata da quattro imponenti torri e da un cortile interno il cui aspetto è il frutto di continui rimaneggiamenti che si sono succeduti nel corso dei secoli. Visita alla chiesa di San Defendente, Porta Brescia, ai Portici della Misericordia, voluti da Bartolomeo Colleoni in persona, e al Cimitero Vecchio. Le visite guidate saranno con il primo gruppo (max 10 persone) alle ore 15.00 e il secondo gruppo (max 10 persone) alle ore 16.30 con obbligo di prenotazione.
Costo della visita: – intero € 5,00, – gratis fino ai 12 anni e invalidi. Per informazioni e prenotazioni: – tel. 0363 982344 Biblioteca di Romano aperta dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle 12 e dalle 14 alle 18 (chiusa il mercoledì mattina e il sabato pomeriggio). Ritrovo in Piazza della Rocca, Romano di Lombardia (BG). La durata della visita sarà di circa 2 ore. Parzialmente accessibile per disabili.

Solza
Il Castello di Solza è noto per essere il luogo che, nel 1395, diede i natali al celebre condottiero Bartolomeo Colleoni. La struttura è il risultato di molteplici interventi che si sono susseguiti nei secoli: alle costruzioni militari, nobili e potenti, si sono sovrapposte strutture a vocazione agricola. Il complesso si compone della cinta muraria che racchiude la corte coi suoi fabbricati e dei resti di una torre. Il castello riveste così un valore eccezionale rispecchiando la storia stessa dell’Isola bergamasca.
Le visite guidate sono a cura dalla Compagnia d’Arme del Carro che si occupa di ricostruzioni storiche e “living history” con abiti di metà XV secolo di una compagine di fanteria colleonesca. La Compagnia rievoca così in Castello la guarnigione colleonesca che all’epoca manteneva in presidio la struttura dando la possibilità al visitatore di calarsi completamente nell’ambientazione. Oltre alla spiegazione storica e artistica del Castello, la Compagnia illustrerà anche la figura di Bartolomeo Colleoni e gli allestimenti di ricostruzione storica di metà XV secolo, che verranno di volta in volta presentati alternando elementi civili e militari come armi e parti di armature. Questa visita guidata darà la possibilità di vivere realmente il Castello con altri occhi e immergersi più profondamente nell’esperienza.
Le visite guidate saranno con il primo gruppo alle ore 15.30 e il secondo gruppo alle ore 16.30 con obbligo di prenotazione. Costo della visita: – intero € 3,00, – gratis fino ai 12 anni. Per informazioni e prenotazioni: – mail: compacarro@gmail.com, – www.compacarro.org. Ritrovo davanti al castello in Piazza Colleoni, 3 Solza. La durata della visita sarà di circa 45 minuti. Accessibile per disabili.

Torre Pallavicina
Visita all’interno delle sontuose stanze di palazzo Barbò, palazzo Oldofredi Tadini Botti e visita all’adiacente Torre di Tristano, con apertura al pubblico del grande parco verde del palazzo. La Torre, detta di Tristano, o “torrazza” venne eretta dal figlio di Francesco Sforza, Tristano, dopo la pace di Lodi del 1453. Nello stesso luogo, un secolo più tardi, Adalberto Marchese Pallavicino, decise di costruire una sontuosa dimora. Il palazzo Pallavicino, ora Barbò, è caratterizzato da una successione di stanze riccamente decorate con notevoli soffitti a cassettoni lignei; tra queste spiccano le stanze dipinte dai fratelli Giulio e Antonio Campi, con motivi mitologici legati agli amori degli dei. In aggiunta sarà possibile visitare anche Palazzo Oldofredi Tadini Botti, costruito sempre nel XVI secolo nelle vicinanze della Torre di Tristano. In esso sono presenti affreschi a tema classico, quale il racconto di Amore e Psiche, della scuola dei Campi.
Visite ai due palazzi e alla torre alle ore 14.30, 15.30 e 16.30. Gruppi composti al massimo da 10 persone. Prenotazione obbligatoria Costo della visita: – intero 6€ – gratuità per i bambini fino a 12 anni.
Per informazioni e prenotazioni: – mail: miriam.ottoni@alice.it, entro e non oltre Venerdì 30/10/2020 – www.comune.torrepallavicina.bg.it L’entrata principale del castello si trova sulla strada provinciale Pumenengo – Soncino, di fronte al ponte che porta al fiume Oglio. Parzialmente accessibile per disabili

Treviglio
Treviglio era una città fortificata. Inizialmente la cinta difensiva era composta da un triplice fossato, sostituito dalle mura costruite dai veneziani nel XV secolo. La visita percorrerà il tracciato delle antiche mura. Lungo il percorso incontreremo luoghi significativi per la storia della città: il Santuario, il teatro Filodrammatici, il viale della Stazione (una delle prime costruite in Lombardia), edifici in stile Liberty, i luoghi delle antiche quattro porte di accesso alla città, le scuole pubbliche e molto altro.
Le visite guidate saranno alle ore 15.30, 16.30 e 17.30 con obbligo di prenotazione.
Per informazioni: – mail: trevigliomusei@comune.treviglio.bg.it, – www.comune.treviglio.bg.it Per prenotazioni: La prenotazione deve essere effettuata entro il giorno precedente la visita al seguente link: www.quipianurabg.cosedafare.net In caso foste impossibilitati a partecipare siete pregati di annullare la prenotazione in modo da lasciare il posto a qualcun altro. Il luogo di ritrovo è piazza Manara (Treviglio).

Trezzo sull’Adda
Tra Milano e Bergamo, a pochi chilometri da laghi e montagne, nello scenario del Parco dell’Adda Nord sorge Trezzo. La sua storia ha radici profonde e si snoda  tra Celti, Romani e Longobardi. Il Castello Visconteo è l’emblema di Trezzo sull’Adda e fu teatro di numerose vicende legate al Barbarossa e alle famiglie Torriani, Visconti e Sforza: secoli di cavalieri, lotte e conquiste. Dall’alto dei 42 metri della poderosa torre si può ammirare il borgo antico di Trezzo, cresciuto intorno alla fortificazione.
Le visite guidate saranno alle 10, 11, 15, 16 e 17, con obbligo di prenotazione (max 15 partecipanti a gruppo compresi i bambini). Costo della visita: – intero € 6,00, – ridotto € 3,00 (bambini dai 6 ai 12 anni), – gratuito sotto i 6 anni. Al termine di ogni giro visita, con lo stesso biglietto, si può accedere alla torre. Nella stessa giornata sarà possibile visitare anche la Torre, che sarà accessibile senza visita guidata dalle 10 alle 12 e dalle 15 alle 18 (ultima salita 17.30). Permanenza in cima massima 15min per 20 persone in contemporanea. Costo solo della salita alla Torre: – intero € 3,00, – gratuito sotto i 12 anni. Biglietteria in loco.
Per informazioni e prenotazioni: – mail: prenotazioni@prolocotrezzo.com, Raccolta gruppo al punto cassa 10 minuti prima della partenza per verifica prenotazione, misurazione temperatura e raccolta dati partecipanti come richiesto dalla normativa vigente. La durata della visita sarà di circa 1 ora e 30 minuti. Non accessibile per disabili.

Urgnano
Sorto in una posizione strategica al crocevia di due importanti strade, Cremasca e Francesca, il comune di Urgnano inizia la sua storia in epoca romana come testimonia il ritrovamento di alcune lapidi funerarie. Il paese divenne feudo della famiglia dei Visconti, signori di Milano per poi passare sotto il dominio del grande condottiero Bartolomeo Colleoni.
Il luogo che caratterizza maggiormente il comune è sicuramente la Rocca Viscontea . A breve distanza, nella piazza principale è possibile ammirare la torre campanaria, annoverata fra i sette campanili più belli d’Italia, realizzata dal noto architetto Luigi Cagnola che, insieme alla Prepositurale di San Nazario e Celso ASSOCIAZIONE PIANURA DA SCOPRIRE 24047 Treviglio – Piazzale Mazzini, 2 C.F. e P. IVA 03611800164 – tel. 0363 301452 Coordinate Bancarie: BCC Cassa Rurale Treviglio c/c 26117 – IBAN IT91K0889953640000000026117 Sito web: www.pianuradascoprire.it – E-mail: info@pianuradascoprire.it costituisce un complesso architettonico di grande rilevanza.
Visita: Il borgo di Urgnano – un tesoro da scoprire percorso guidato nel centro storico di Urgnano con la visita dei più importanti monumenti tra i quali l’esterno della Rocca, la chiesina della Trinità, la via Conti Albani, la chiesa dei disciplini, piazza Libertà con la parrocchiale ed il campanile del Cagnola. Orari: ore 10 con ritrovo presso il Torrione nord della Rocca Albani Costi: € 5,00 – gratuito per bambini sotto i 10 anni Prenotazione obbligatoria Per informazioni e prenotazioni – tel. 347 8079694 – mail: promourgnano@hotmail .com
NB: Le prenotazioni saranno da ritenersi valide solo dopo aver ricevuto la conferma. Su richiesta possibilità di menù convenzionato presso locale caratteristico. Non accessibile per disabili.

TEMPO LIBERO

Sabato 31 ottobre ad Albino sarà possibile partecipare a una passeggiata alla scoperta del Museo della Torre e delle bellezze che distinguono il borgo seriano. Il ritrovo è in Piazza Libertà alle 14.30: la passeggiata è gratuita con prenotazione obbligatoria (numero massimo di partecipanti 15). Il percorso è adatto a famiglie e ragazzi.
Obbligo mascherina e mantenere distanziamento di 1mt.

A Songavazzo sabato 31 ottobre sarà possibile partecipare a una visita alla scoperta di Falecchio nei colori d’autunno. Un percorso scenografico e immerso in un panorama unico, l’altopiano di Falecchio, che si eleva tra i comuni di Songavazzo e Onore. Qui passeggeremo tra antichi cascinali e ville liberty di inizio Novecento, godendoci una vista impagabile sulla conca della Presolana e sull’altopiano di Clusone.
Il ritrovo è alle 15 alla chiesa parrocchiale di Songavazzo. A seguire degustazione al Bar Palù. Costo 10 euro adulti e 5 euro bambini under 10 compresa degustazione. Prenotazione obbligatoria allo 035.704063 o 342.3897672. Organizza Distretto del Commercio Alta Valle Seriana in collaborazione con Artelier. Consigliato abbigliamento sportivo e scarpe antiscivolo.

Domenica 1° novembre a Clusone sarà possibile partecipare a una passeggiata che farà rivivere la storia clusonese ottocentesca attraverso i palazzi nobiliari che accolsero le personalità di spicco della cittadina baradella tra cui i Fogaccia, la celebre contessa Clara Maffei, Giuseppe Verdi e alcuni intrepidi garibaldini. Il percorso si snoderà tra le vie del centro e le dimore di alcune nobili famiglie che risiedevano in Clusone: il palazzo Carrara Spinelli, il palazzo Comunale e le prestigiose sale affrescate del Museo Arte Tempo.
Il ritrovo è alle 10 al MAT – Museo Arte Tempo. A seguire degustazione presso il Bar Mantegazza. Costo 10 euro adulti e 5 euro bambini under 10. Prenotazione obbligatoria allo 035.704063 o 342.3897672. Organizza Distretto del Commercio Alta Val Seriana Clusone in collaborazione con Artelier.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.