Pugno all'autista del bus che lo invita a mettere la mascherina: denunciato 20enne - BergamoNews
Alla fermata della teb

Pugno all’autista del bus che lo invita a mettere la mascherina: denunciato 20enne

Succede ad Albino. Incastrato dalle immagini di sorveglianza e dai racconti dei testimoni

I Carabinieri di Clusone hanno denunciato in stato di libertà per violenza a pubblico ufficiale e lesioni personali un 20enne di origini marocchine residente a Parre: il 27 ottobre, verso le 19.30, ha aggredito il 52enne autista di un bus in servizio sulla linea Clusone-Albino, alla fermata della Teb di Albino.

Gli accertamenti, svolti analizzando le immagini dei sistemi di videosorveglianza dell’area e ascoltando le testimonianze dei presenti, hanno consentito di denunciare O.M., reo di aver provocato un trauma contusivo con un pugno alla nuca all’autista che lo aveva invitato ad indossare la mascherina prima di salire sul pullman.

Al giovane è stata comminata la sanzione amministrativa prevista per non aver indossato la mascherina sul mezzo di trasporto pubblico. È il secondo caso denunciato in poche settimane in Bergamasca.

Più informazioni
leggi anche
  • Il sindacato
    Autista aggredito da uomo senza mascherina, la Cisl: “Ci vuole la Polizia sui mezzi”
    segnaletica Teb
  • A nembro
    Sul tram senza mascherina, richiamato dall’autista lo prende a calci: denunciato
    Il viaggio sulla Teb
  • I sindacati
    Aggressioni e minacce sui bus: “Nell’Isola almeno 6 casi in un mese, serve sicurezza”
    bus autobus (foto Ant Rozetsky da Unsplash)
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it