BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Piano d’interventi per rilanciare Zingonia: “Vogliamo che diventi un’opportunità”

Corrado Quarti, Caterina Vitali e Silvano Zanoli, sindaci rispettivamente di Osio Sotto, Ciserano e Verdellino, illustrano le azioni messe in atto per rilanciare quest’area

Più informazioni su

“Con questo progetto gettiamo le basi per la rinascita di Zingonia: è una sfida importante per il nostro territorio e ci crediamo molto”. Così Corrado Quarti, Caterina Vitali e Silvano Zanoli, sindaci rispettivamente di Osio Sotto, Ciserano e Verdellino, illustrano il nuovo piano d’interventi finalizzato a rilanciare quest’area divisa fra i Comuni da loro amministrati e i paesi di Verdello e Boltiere.

Di questa zona da tempo si è sentito parlare in termini negativi: spesso è finita al centro dell’attenzione per il degrado, il disagio e la malavita, ma ora le amministrazioni comunali vogliono fare squadra per realizzare una nuova fase di rilancio. Il sindaco di Osio Sotto, Corrado Quarti, spiega: “Insieme ai Comuni di Verdellino e Ciserano abbiamo sottoscritto un piano di interventi mirato a rilanciare quest’area. Abbiamo avviato una progettualità di ampio respiro che supera i confini di ogni singolo Comune per ragionare in un’ottica d’insieme, avviando un percorso a cui speriamo possano inserirsi anche le altre amministrazioni facenti parte del territorio di Zingonia. L’obiettivo che ci siamo dati è trovare unità d’intenti su rigenerazione urbana, viabilità, produttività e marketing territoriale compiendo diversi step. Il primo è la mappatura delle attività produttive e delle realtà presenti nella zona che, fortunatamente, sono molte: abbiamo la possibilità di puntare, per esempio, sulla presenza di varie industrie e di presidi socio-sanitari all’avanguardia. L’intenzione, poi, è quella di istituire un unico Sportello S.U.A.P. (Sportello unico per le attività produttive) con procedure uguali per tutti i Comuni: lo scopo è rendere la zona appetibile per l’espansione delle realtà già esistenti e per l’insediamento di nuove aziende. Inoltre, verrà aperto uno sportello lavoro che riguardi tutti i Comuni coinvolti in modo che possa essere uno strumento per favorire l’occupazione: vogliamo che Zingonia diventi un’opportunità creando un brand attrattivo e facendo rivivere, così, i principi che avevano animato l’imprenditore Renzo Zingone nel concepire questo progetto urbanistico”.

Tutto è partito dal Comune di Verdellino, che ha vinto un bando regionale sul piano del marketing: ha chiesto agli altri Comuni di partecipare e Osio Sotto e Ciserano hanno accettato. Il sindaco di Verdellino, Silvano Zanoli, spiega: “Su quest’area è stato fatto tanto dal punto di vista della sicurezza ma anche in campo sociale, con laboratori, attività delle associazioni per creare inclusione e opportunità per ricreare comunità, considerando che per molto tempo è stata disgregata. Questa progettualità non può non interfacciarsi con temi come il lavoro e il benessere delle famiglie, per questo un aspetto particolarmente importante è il coinvolgimento delle aziende del territorio per sviscerare i loro bisogni e creare nuove opportunità di lavoro e migliorare i servizi. Abbiamo avuto accesso al bando Attract, siamo stati selezionati e abbiamo avuto risorse che ci hanno permesso di effettuare le prime analisi di questo studio di marketing per incontrare le aziende e avviare il percorso che proseguirà nel tempo e guarda al medio-lungo periodo. Le potenzialità sono tante, pensiamo per esempio alle industrie o al centro sportivo dell’Atalanta: unendo le energie Zingonia potrà davvero voltare pagina”.

Dello stesso avviso il sindaco di Ciserano, Caterina Vitali, che afferma: “Si tratta di un piano strategico che da un lato vuole intercettare i bisogni del territorio e dall’altro mappare il ricco tessuto produttivo locale ponendo le basi per azioni di sviluppo condivise, che vanno dalla ricerca di fondi alla possibilità di attivare un distretto multiproduttivo, un obiettivo ambizioso che può fare da collante alle tante imprese. Zingonia sta cambiando, sta diventando sempre meno sinonimo di criticità e sempre più di rinascita: l’idea è lavorare su tutti i fronti, dalla riqualificazione urbana e viabilistica al rilancio del tessuto industriale sapendo che sostenere il comparto produttivo e i servizi significa anche generare lavoro. Vorremmo che diventasse un polo capace di attrarre nuovi investimenti per il comparto produttivo e, per questo, sarà importante uniformare le nome dei PGT per realizzare un’ottimizzazione territoriale. Come indica il nome, Zingonia 20-30, è un progetto che guarda lontano, una sfida a cui crediamo moltissimo”.

 

Pubblicazione effettuata con il contributo del Comune di Osio Sotto

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.