BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Intesa Sanpaolo: “Sostegno a Imprese & Territorio, collaborazione per la ripartenza”

“Guardiamo con grande interesse la nascita di questo colosso bancario – ha detto Brivio - considerandolo un’importante opportunità per le nostre imprese”.

Più informazioni su

Dieci associazioni di categoria della provincia di Bergamo e Intesa Sanpaolo, la più grande banca del territorio bergamasco, si sono incontrati giovedì 29 ottobre.

Da una parte il Comitato Unitario di Imprese & Territorio (Associazione Artigiani, Ascom, Confimi Apindustria Bergamo, Cia, Coldiretti, Confcooperative, Confesercenti, CNA, FAI e LIA ) e i vertici di Intesa Sanpaolo rappresentati da Stefano Barrese, responsabile Banca dei Territori, Anna Roscio, Direttore Sales & Marketing Imprese, Andrea Lecce, Direttore Sales & Marketing Privati e Aziende Retail e Tito Nocentini, Direttore Regionale Lombardia.

“A fronte dell’emergenza abbiamo subito predisposto un piano di azione mirato, adottando le prime misure per intervenire a favore di imprese e famiglie – dichiara Stefano Barrese responsabile Divisione Banca dei Territori di Intesa Sanpaolo -. Da febbraio, infatti, abbiamo sospeso le rate dei finanziamenti e garantito la moratoria, oltre ad aver esteso a 50 miliardi il plafond di credito aggiuntivo a supporto del Paese e implementando prontamente le misure previste dai decreti governativi”.

“Misure di impatto importante sulla comunità locale che oggi sono state estese anche ai clienti della rete Ubi, grazie all’integrazione delle due banche –  prosegue Barrese -.  Il nostro impegno per il Paese e per le comunità locali, in particolare per l’area di Bergamo, maggiormente colpita negli scorsi mesi, si è tradotto in interventi creditizi per circa sei miliardi di euro alle imprese lombarde e bergamasche in particolare e in interventi sociali e donazioni anche ad altre aree del Paese per complessivamente 100 milioni di euro”.

“Intesa Sanpaolo – conclude Barrese – è il principale protagonista nel supporto alla continuità operativa delle Imprese e all’economia reale attraverso lo sviluppo delle filiere, accordi con tutte le associazioni dei settori produttivi e identificazione di nuovi strumenti per sostenere l’economia italiana come tutto il fronte dei crediti fiscali legati al sistema casa”.

IMPRESE E TERRITORIO

“Guardiamo con grande interesse la nascita di questo colosso bancario – ha detto Brivio – considerandolo un’importante opportunità per le nostre imprese”.

Imprese & Territorio rappresenta una realtà di 80.000 piccole e medie imprese con 310.000 addetti che operano nei settori dell’artigianato, agricoltura, trasporti, commercio, cooperazione e industria, 72 sedi presenti sul territorio provinciale e un totale di circa 571 addetti al servizio delle aziende.

“Alla luce della situazione che stiamo vivendo – precisa Brivio – le nostre aziende sono univocamente impegnate a garantire la tenuta economica e sociale dell’intero territorio, di cui rappresentano il 90% del tessuto imprenditoriale. Al riguardo riteniamo fondamentale il supporto di istituzioni bancarie attente ad assicurare strumenti e servizi in grado di intervenire in soccorso delle realtà economiche oggi maggiormente colpite dalla crisi pandemica e al tempo stesso in grado di accompagnare verso ulteriori future progettualità quelle che meno subiscono questa crisi e che grazie alle loro potenzialità possono rappresentare un elemento di resilienza e rinascita per l’intero territorio”.

Nel corso del dibattito è emersa la reciproca volontà di avviare sinergie e collaborazioni volte ad affrontare in modo costruttivo incognite e criticità del mondo economico e imprenditoriale rappresentato dalle associazioni, oltre che l’impegno a sostenere idee e progetti innovativi su cui costruire la ripartenza.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.