BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A novembre l’Orto Botanico va nei quartieri

Un progetto che prevede 20 laboratori didattici e creativi gratuiti, condotti dagli operatori e dalle operatrici dei servizi educativi dell’Orto Botanico, nei fine settimana, dal 31 ottobre fino al 28 novembre

Parte il prossimo sabato la prima edizione di “Novembre 2020 con noi – L’Orto nei quartieri, i quartieri nell’Orto”, un progetto che prevede 20 laboratori didattici e creativi gratuiti, condotti dagli operatori e dalle operatrici dei servizi educativi dell’Orto Botanico, nei fine settimana, dal 31 ottobre fino al 28 novembre, in aree verdi urbane situate nei quartieri di Città Alta, Loreto e Longuelo e nei comuni di Mozzo e Curno, al confine con la sezione “Valle della Biodiversità” di Astino. E 5 attività, una per ogni quartiere o comune interessato dal progetto, presso l’Orto Botanico, sia nella sezione di Città Alta che in quella di Astino.

“Che siano nei parchi del territorio o nelle nostre sedi di Città Alta e di Astino, le attività progettate dalle operatrici e operatori dell’Orto costituiranno dei veri e propri momenti di apprendimento esperienziale in natura durante i quali, soprattutto i bambini, potranno riappropriarsi della dimensione sociale e al contempo confrontarsi con i fenomeni naturali in atto propri della stagione autunnale” racconta Gabriele Rinaldi, direttore dell’Orto Botanico di Bergamo.

“Filo rosso alla base di tutte le proposte in calendario – aggiunge Giulia Torta, tirocinante presso l’Orto Botanico e curatrice del progetto – sarà il Manifesto dei Diritti Naturali dei Bambini e delle Bambine di Gianfranco Zavalloni. Un decalogo per nulla scontato sia per i bambini che trascorrono sempre più tempo al chiuso e che spesso non imparano a rapportarsi col mondo naturale, con i suoi cicli e con le sensazioni che è in grado di generare, sia per gli adulti che possono riflettere su quello che la nostra società rischia di non saper più offrire all’infanzia ma di cui tutti noi sembriamo avere sempre più bisogno”. 

Il Manifesto di Gianfranco Zavalloni recita:
1. IL DIRITTO ALL’OZIO a vivere momenti di tempo non programmato dagli adulti
2. IL DIRITTO A SPORCARSI a giocare con la sabbia, la terra, l’erba, le foglie, l’acqua, i sassi, i rametti
3. IL DIRITTO AGLI ODORI a percepire il gusto degli odori, riconoscere i profumi offerti dalla natura
4. IL DIRITTO AL DIALOGO ad ascoltatore e poter prendere la parola, interloquire e dialogare
5. IL DIRITTO ALL’USO DELLE MANI a piantare chiodi, segare e raspare legni, scartavetrare, incollare, plasmare la creta, legare corde, accendere un fuoco
6. IL DIRITTO AD UN BUON INIZIO a mangiare cibi sani fin dalla nascita, bere acqua pulita e respirare aria pura
7. IL DIRITTO ALLA STRADA a giocare in piazza liberamente, a camminare per le strade
8. IL DIRITTO AL SELVAGGIO a costruire un rifugio-gioco nei boschetti, ad avere canneti in cui nascondersi, alberi su cui arrampicarsi
9. IL DIRITTO AL SILENZIO ad ascoltare il soffio del vento, il canto degli uccelli, il gorgogliare dell’acqua
10. IL DIRITTO ALLE SFUMATURE a vedere il sorgere del sole e il suo tramonto, ad ammirare, nella notte, la luna e le stelle

“Il progetto L’Orto nei quartieri, i quartieri nell’Orto, arricchito nella sua trama narrativa dagli spunti offerti da Il Manifesto dei Diritti Naturali dei Bambini e delle Bambine, rappresenta un’opportunità importante per i bambini di sperimentare la propria conoscenza e consapevolezza della natura, mentre, per gli adulti, quella per interrogarsi sul valore di tutti quegli elementi, come aria e acqua pulita, cibo sano e nutriente, ecosistemi integri e autentici, che sono a fondamento della qualità della vita di un individuo sin dalla nascita. Per l’Amministrazione, infine, la partecipazione prevista dall’iniziativa ora nei quartieri ora nelle sedi dell’Orto, non può che essere un esercizio virtuoso di “reciprocità” e un esempio da replicare per accrescere ulteriormente il dialogo tra istituzioni, cittadini e territorio. Ringrazio infine l’Associazione Amici dell’Orto Botanico di Bergamo per il sostegno al progetto”.  Dichiara l’Assessore al Verde pubblico Marzia Marchesi. 

L’iscrizione è obbligatoria, scrivendo una mail a educazione@ortobotanicodibergamo.it. In caso di maltempo le attività si svolgeranno in sedi al coperto, che verranno successivamente comunicate ai partecipanti.

Programma delle attività

1. Sabato 31 ottobre 10.30, Parco Diaz, Via Broseta 73 (Bergamo) “Occhi”
2. Sabato 31 ottobre ore 14.30, Parco della Rocca, Piazzale Brigata Legnano 16, (Bergamo) “Chiudiamo gli occhi”
3. Domenica 1 novembre ore 14.30, Orto Botanico sezione di Città Alta “I piccoli ospiti segreti dell’Orto”
4. Sabato 7 novembre ore 15.00, Porta del Parco (Via Privata Masnada, 24035 Mozzo BG) “Tuttifrutti”
5. Sabato 7 novembre ore 14.30, Area verde di Via Curnasco (Via dei Campi, 24035 Curno BG) “Guida all’ascolto della natura selvaggia”;
6. Sabato 7 novembre ore 14.30, Orto Botanico sezione di Astino – Valle della Biodiversità “Ristorante per uccellini”;
7. Domenica 8 novembre ore 14.30, giardino popolare di Via Solata “Caccia al tesoro botanico”;
8. Domenica 8 novembre ore 14.30, Parco di Via Mascagni (Via P. Mascagni, 85, 24129 Bergamo BG) “Il tesoro dello scoiattolo”
9. Domenica 8 novembre ore 15.00, Porta del Parco, Via Privata Masnada (Mozzo) “Un amico dai capelli verdi”
10. Sabato 14 novembre ore 14.30, Area verde del Brolo dei Frati (Longuelo) “Fermati! non avere fretta”
11. Domenica 15 novembre ore 14.30, Area verde del Filatoio (Via Milazzo, 14, 24124 Bergamo BG) “Il tesoro dello scoiattolo”
12. Domenica 15 novembre ore 14.30, Orto Botanico sezione di Astino – Valle della Biodiversità “Adattati al freddo”
13. Sabato 21 novembre ore 14.30, Parco Lochis (Mozzo) “Alla ricerca delle foglie perdute”
14. Sabato 21 novembre ore 14.30, Parco Cittadini, Viale Curie Pietro e Maria, Bergamo “Senti che buon odore”
15. Sabato 21 novembre ore 10.30, Parco delle Massere, Via B. Zaccagnini, 31 Curno “Parole come fiori”
16. Sabato 21 novembre ore 14.30, Lavatoio di Città Alta, Via Mario Lupo 6, (Bergamo) “Un amico dai capelli verdi”
17. Domenica 22 novembre ore 14.30, Area verde di Via Veneto 3-1, Curno “Il tesoro dello scoiattolo”
18. Domenica 22 novembre 22 novembre ore 14.30, Orto Botanico sezione di Astino – Valle della Biodiversità “Spandi un seme”
19. Sabato 28 novembre ore 10.30, Orto Botanico sezione di Astino – Valle della Biodiversità “Colori”
20. Sabato 28 novembre ore 14.30, Area verde di Via Lochis 15 (Bergamo) “A caccia di foglie”.

In allegato la locandina con il programma

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.