BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Emergenza Covid, la Lega chiede “Consigli comunali straordinari non retribuiti”

La proposta dei consiglieri del Carroccio: "Per valutare iniziative comuni esclusivamente in materia emergenziale". L'amministrazione: "Stiamo valutando"

Dopo aver recentemente fatto richiesta al presidente del Consiglio Comunale, Ferruccio Rota, di indire un consiglio straordinario sulla sicurezza – insieme a tutta la minoranza in Consiglio – i consiglieri della Lega hanno depositato nella mattinata di martedì 27 ottobre un ordine del giorno incentrato sulla gestione dell’emergenza Covid.

Primo firmatario Alessandro Carrara, che chiede all’amministrazione comunale di “convocare in seduta straordinaria una serie di Consigli Comunali (o riunioni) a cadenza settimanale, con tempistiche prefissate coincise (anche solo 1 ora), con lo scopo di informare i Consiglieri Comunali sullo stato dei fatti, sulle iniziative straordinarie che il Comune metterà in atto per fronteggiare l’emergenza, per valutare iniziative comuni esclusivamente in materia emergenziale”, si legge nel documento presentato.

Chiedendo, anche, di “escludere l’emolumento ai consiglieri comunali per la partecipazione a questi consigli comunali straordinari (o riunioni)”.

La richiesta pone le basi sulle tensioni e le incertezze che iniziano a serpeggiare tra i cittadini a causa della rinnovata emergenza da Covid, a cui la politica deve dare risposta: “Ognuno di noi, come consigliere è un megafono di una comunità o di un quartiere all’interno della città – commenta il consigliere Carrara riprendendo anche il testo dell’ordine del giorno – ed è nostro dovere rispondere in modo esaustivo ad ogni dubbio e paura raccontando con chiarezza cosa ha in mente di fare l’amministrazione per gestire l’emergenza. Per questo chiediamo questi incontri, perché un confronto costante favorisce la rappresentatività e l’elaborazione di proposte volte al raggiungimento di obiettivi utili per la collettività”.

La risposta da parte dell’amministrazione comunale non è tardata ad arrivare che dichiara di “stare programmando riunioni a cadenza definita”, andando così incontro ad una necessità collettiva e alla richiesta dei consiglieri del Carroccio.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.