BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Tura candidata sindaco Pd all’unanimità: “Torneremo a far crescere Treviglio”

Ventinove anni, medico, ringrazia "tutti coloro che mi hanno dato fiducia. Per me questo è un grande onore e una grande responsabilità"

Il Coordinamento del Circolo PD di Treviglio ha deliberato all’unanimità di candidare Matilde Tura alla carica di sindaco di Treviglio nelle amministrative 2021.

Tura, 29 anni, laureata con lode in Medicina e Chirurgia, ha lavorato durante i mesi del Covid come medico di base. Dal 2018 è membro della segreteria provinciale PD con delega Ambiente e Sanità.

“Rappresenterà tutti noi nella risposta alle reali necessità di questa città – spiega il Pd in una nota -. Attenzione concreta nelle scelte amministrative alla vita delle persone e all’ambiente, senza sprechi. Non è tempo per buttare ingenti risorse pubbliche per costruire scatole vuote, come sta avvenendo con la Fiera – attaccano i dem – mentre non ci sono risorse per le giovani famiglie alle prese con le difficoltà della vita quotidiana, per gli anziani alle prese con la salute e per le iniziative di tutela dell’ambiente a partire da una mobilità più sostenibile”.

L’invito alle altre liste della coalizione è quello di “valutare questa nostra candidatura, restando come PD disponibili al confronto su altre possibili candidature alla carica di Sindaco. Dobbiamo, insieme al candidato sindaco, costruire il programma per la città”.

“Più servizi, tecnologia e un nuovo welfare”

“Ringrazio tutti coloro che mi hanno dato fiducia, per me questo è un grande onore e una grande responsabilità in cui metterò tutto il mio impegno – commenta Tura -. Il nostro lavoro parte da una squadra unita ed eterogenea per esperienze, età, sensibilità, e da un programma chiaro e concreto per la Città. Se vogliamo superare questa fase delicata e complessa abbiamo bisogno di una politica che ascolti, ma dia anche soluzioni concrete. Non solo ai temi di oggi, ma anticipando anche i bisogni e le sfide che emergeranno nel prossimo futuro”.

“Serve unità di intenti, lucidità e velocità nel prendere le decisioni giuste – aggiunge – serve una visione strategica che tenga insieme economia e salute, lavoro e tutela del territorio, cultura, innovazione e nuove tecnologie. Così Treviglio tornerà a crescere. Per questo stiamo lavorando a un progetto con una forte impronta civica, coinvolgendo competenze ed energie nuove per una Treviglio innovatrice, sostenibile, resiliente, aperta, solidale, viva, amica della cultura, capace di cogliere e creare opportunità. Siamo aperti al contributo di chiunque condivida lo spirito e gli intenti con cui ci mettiamo a disposizione della Città”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.