Pattinaggio artistico, Daniel Grassl conquista la prima tappa del Gran Premio Italia - BergamoNews
A bergamo

Pattinaggio artistico, Daniel Grassl conquista la prima tappa del Gran Premio Italia

Il 18enne altoatesino ha preceduto Matteo Rizzo e Gabriele Frangipani

La stella di Daniel Grassl non smette di brillare nel firmamento di Bergamo.

Dopo essersi aggiudicato lo short program, il 18enne altoatesino ha dominato anche il libero conquistando la prima tappa del Gran Premio Italia di pattinaggio artistico svoltasi all’IceLab di via San Bernardino.

Impeccabile nella sua esecuzione, il portacolori delle Fiamme Oro ha messo a punto ben tre salti quadrupli (quadruplo lutz, quadruplo flip e quadruplo rittberger) chiudendo il frammento con un giudizio di 189.27.

In grado di cancellare ogni record personale, il giovane talento di Merano ha terminato le proprie fatiche con 284.99 punti, tenendo a distanza i propri avversari.

A conquistare la piazza d’onore è stato Matteo Rizzo (Fiamme Azzurre) che, nonostante qualche imperfezione, ha saputo difendere la propria posizione chiudendo la propria prova con 214.01 punti davanti a Gabriele Frangipani (Fiamme Oro, 206.82).

In campo femminile netta affermazione per la campionessa nazionale juniores Ginevra Lavinia Negrello (Varese Ghiaccio) che ha ampliato ulteriormente il proprio vantaggio concludendo la competizione con 164.05 punti davanti a Elisabetta Leccardi (Young Goose Academy, 143.41) e la britannica Kristen Spours (143.16).

Sono giunte infine conferme anche nella gara a coppie con Rebecca Ghilardi e Filippo Ambrosini (IceLab, 159.03 punti) che hanno sfruttato il fattore campo precedendo i compagni di squadra Sara Conti-Niccolò Macii (138.82) e gli spagnoli Dorota Broda e Pedro Betegon.

leggi anche
  • Gran premio italia
    Pattinaggio artistico, Matteo Rizzo sorprende nello short program
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it