BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

C’è l’Ajax, l’Atalanta volta pagina: “Peccato giocare a Bergamo senza i nostri tifosi”

Il tecnico allontana i paragoni con gli olandesi e parla di partita aperta: con lui in conferenza anche Hateboer che attende con ansia la sfida ai suoi connazionali.

Torna la Champions e l’Atalanta volta pagina.

Altro avversario e altra partita, “con un grande dispiacere per l’assenza di pubblico”, dice Gasperini, che poi spiega: “La Samp è squadra che gioca chiusa in difesa e pronta a ripartire, l’Ajax attacca con molti giocatori e dovremo essere bravi a contrastare la loro forza, credo che sarà una partita aperta. De Roon è out (problema all’adduttore, ndr), è un’assenza pesante, ci dispiace. Marten è un giocatore fondamentale ma abbiamo già giocato ed è andata bene anche senza di lui. Siamo diversi dall’Ajax anche se per me rimane un modello”.

Queste alcune delle dichiarazioni di Gasperini nella conferenza stampa alla vigilia della sfida con l’Ajax per la seconda partita di Champions League. Con il tecnico nerazzurro anche Hans Hateboer, uno dei tre olandesi “bergamaschi”, che non vedeva l’ora di affrontare i campioni d’Olanda: “Lo speravo già l’anno scorso, ci ho giocato contro tante volte, ora sarà diverso e mi dispiace che non possano venire a vederci le nostre famiglie, la nostra gente”.

Gasperini non entra nel dettaglio della formazione, dice solo che “Miranchuk è recuperato, ha giocato in Danimarca ed è disponibile”. Il tecnico esprime un rammarico: “Mai avrei pensato di giocare in Champions senza pubblico, ma è una pandemia mondiale… Rimane la soddisfazione di poter giocare finalmente a Bergamo, nel nostro stadio, anche se mi dispiace molto per la mancanza di pubblico”.

I paragoni tra Atalanta e Ajax, che spesso sono stati fatti tra le due squadre? Per Gasp in realtà “tatticamente sono squadre completamente diverse, loro sono un laboratorio, sperimentano soluzioni diverse anche innovative, però per me l’Ajax rimane sempre un punto di riferimento per le idee che propone: l’Ajax è sempre un modello”.

Dopo il ko con la Samp? Gasperini guarda avanti: “Nel calcio ci sono vittorie e sconfitte, pensiamo agli errori e cerchiamo di rimediare”.

Poi aggiunge: “Dispiace avere perso, ma anche nel primo tempo avevamo fatto la nostra parte, purtroppo abbiamo creato poco pur avendo giocato molto e forse questo è merito anche dell’avversario. Con l’Ajax sarà una partita diversa, dovremo giocare molto bene. Loro sono in salute, per noi sarà difficile ma abbiamo buone speranze. Credo che da questa sfida uscirà anche il rapporto di forza tra le due squadre nel girone”.

Hateboer conosce benissimo il calcio olandese e sorride pensando alla vigilia di questa partita: “Cosa dicono i giornali là? In Olanda c’è chi dice che verranno qui a vincere facile, però c’è anche chi dice che sarà per loro difficile e forse sono di più questi, sanno la nostra forza. E noi sappiamo qual è il loro valore. Rispetto all’ultima Champions per noi è cambiato poco, abbiamo giocatori nuovi e forti, ma il nostro modo di giocare non è cambiato. Gli esterni hanno avuto problemi con la Samp? Ma non è andata meglio nel secondo tempo quando siamo entrati io e Robin, è difficile giocare contro squadre che si chiudono. Con l’Ajax non sarà così”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.