BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Sul più Bello”: toccante teen drama che evita di prendersi sul serio

Alice Filippi porta sul grande schermo la commovente storia d’amore tra Arturo e Marta, una ragazza affetta da una malattia terminale che sarà chiamata a gestire contemporaneamente il primo amore e la consapevolezza di avere ancora poco tempo da vivere

Titolo: Sul più Bello
Regia: Alice Filippi
Durata: 95’
Interpreti: Franco Ravera, Michele Franco, Eleonora Gaggero, Giuseppe Maggio, Ludovica Francesconi
Valutazione: ***

Generico ottobre 2020

Generico ottobre 2020

Ispirato all’omonimo libro di Eleonora Gaggero, “Sul più Bello” è una commedia adolescenziale dal sapore amaro in grado di amalgamare con maestria i temi più tipici del “Cancer movie” a quelli della più classica “Love drama” tra teenagers.

La storia è semplice: Marta (Ludovica Francesconi) è una ragazza di 19 anni orfana e affetta dalla nascita da una rara malattia ai polmoni e la sua vita, benché irrimediabilmente segnata da una patologia inarrestabile, procede con tranquillità e molta positività: la ragazza lavora infatti come annunciatrice in un supermercato, cercando di reinterpretare il suo ruolo in chiave estremamente sensuale, ha una famiglia acquisita formata da Jacopo (Josef Gjura) e da Federica (Gaja Masciale), ragazzi omosessuali che da sempre la aiutano e supportano e, più di tutto, è un’inguaribile sognatrice con un’ambizione tragicamente comune : cercare il vero amore.

Senza mezzi termini il desiderio di Marta è infatti quello di non accontentarsi di una misera e sterile sopravvivenza in attesa della sua apparentemente inevitabile dipartita, ma anzi è quello di trovare, contro ogni circostanza e pronostico, l’uomo giusto per lei innamorandosene perdutamente. L’obbiettivo da conquistare è subito chiaro: Arturo (Giuseppe Maggio), ragazzo avvenente, ricco ed atletico, il quale, anche se fidanzato con Beatrice (Eleonora Gaggero), ben presto cederà ai matti corteggiamenti e alla solarità di Marta, invitandola a cena e dando così il via ad una serie di intrecci e risvolti che emozioneranno anche lo spettatore più coriaceo.

“Sul più Bello”, benché simile nella trama a pellicole del respiro più internazionale come “Colpa delle Stelle” di John Green o “Ad un metro da te” di Justin Baldoni, prende i temi tipici delle commedie drammatiche adolescenziali e li stravolge, trasformando in poche inquadrature la persona malata e fisicamente debole nell’elemento forte e testardo della coppia che, non senza una certa dose di incoscienza e di faccia tosta, cercherà di vivere ciò che altre persone sane, ingannate dai molti anni a disposizione, si limitano a vedere con leggerezza e pressapochismo: la furente passione amorosa.

Marta è a conoscenza, come dice lei stessa, di non essere particolarmente bella o in forma e che la sua vita non è la sceneggiatura di un banale film americano nel quale tutto si aggiusta ed il brutto anatroccolo, perché amato, diventa un bellissimo cigno, eppure con solare ironia la ragazza lotterà strenuamente per raggiungere ogni traguardo, attorniata poi da uno scenario vintage (vinili e abiti retrò spadroneggiano) ed estremamente caratterizzato a metà tra i colori pastello del “il favoloso mondo di Amelié” e l’innocente curiosità tipica degli animi giovanili di “Juno”.

Gioiello di ottima fattura e dalla sensibilità rara, “Sul più Bello” racconta con coraggio quella folta schiera di persone che lottano per avere una vita normale quando la normalità è solo un miraggio.

Battuta migliore: “I bruchi crescendo diventano farfalla. Io no. Io sono un bruco.”

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.