BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Cimice asiatica, dalla Regione 4,1milioni di euro per risarcire gli agricoltori

L'assessore regionale all'Agricoltura Alimentazione e Sistemi Verdi Fabio Rolfi: " Ristoro parziale, pagamenti siano in un'unica soluzione"

“Via libera in Commissione Politiche agricole della Conferenza Stato Regioni al decreto che riconosce i risarcimenti per i danni provocati dalla cimice asiatica agli agricoltori italiani. Saranno ripartiti 110 milioni di euro: 4 milioni e 142.000 euro saranno destinati alla Lombardia. Una somma insufficiente rispetto ai 14,6 milioni di euro di danni del 2019”.

È quanto ha annunciato l’assessore regionale all’Agricoltura Alimentazione e Sistemi Verdi Fabio Rolfi.

“Dopo un anno, arriva la prima boccata d’ossigeno per aziende e filiere profondamente colpite, anche per altre concause, che hanno subito danni ingenti. Ora chiediamo i pagamenti in unica soluzione, non in tre come propone il ministro. La cimice ha compromesso la tenuta reddituale di alcune filiere – ha spiegato Rolfi -. Soprattutto nel comparto frutticolo, e della pericoltura in particolar modo, la cimice ha fatto danni pesanti che devono essere indennizzati con maggior efficacia e velocità. Come Regione Lombardia – ha puntualizzato – in tre anni, abbiamo dato 12,5 milioni di euro a 409 aziende agricole lombarde per l’installazione di reti anti-insetto in ambito ortofrutticolo e florovivaistico e abbiamo avviato la sperimentazione della vespa samurai come antagonista naturale a questo insetto”.

“Per il futuro – ha concluso – occorre potenziare gli strumenti di difesa e la politica di gestione del rischio per avere strumenti assicurativi più efficaci in grado di sostenere le aziende colpite da fitopatie o insetti alieni. Bisogna aiutare le aziende a difendersi, incentivando ove possibile le difese meccaniche da un lato e costruendo una politica assicurativa efficace e adeguata alle imprese”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.