BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Arriva la Samp, Atalanta pronta a tornare a correre anche in campionato

Due soli giorni dopo la Champions, Dea impegnata nell’anticipo del sabato (fischio d'inizio alle 15).

Più informazioni su

Due soli giorni dopo la Champions l’Atalanta torna in campo, in campionato, per affrontare al Gewiss Stadium la Samp nell’anticipo del sabato della quinta giornata (fischio d’inizio alle 15).

Dopo il tonfo di Napoli, il mercoledì europeo riconsegna al campionato un’Atalanta capace non solo di rifilare 4 reti agli avversari danesi, ma di mostrare il solito roboante gioco e togliendo ogni dubbio sul fatto che quello del San Paolo è stato solo un incidente di percorso.

Dunque sotto con la Doria, squadra che è partita malissimo con due sconfitte consecutive, ma che si è poi ripresa grazie alla vittoria esterna di Firenze e a quella casalinga del precedente turno nella quale ha giganteggiato contro la Lazio.

Una squadra, quella genovese, che gode di ottima salute, è cambiata parecchio rispetto alla scorsa fallimentare stagione ed è da prendere quindi con le molle, proprio perché capace di mettere in difficoltà chiunque. Ottimo l’ultimo acquisto di casa Samp, quel Keita Balde già protagonista nel campionato italiano con le maglie di Lazio e Inter ed autore di 31 reti. E poi c’è sempre l’inossidabile Quagliarella, un campione che non ci si può mai permettere di sottovalutare.

Notizie delle ultime ore danno tra l’altro per quasi certa l’assenza di un altro importante neo blucerchiato ossia Antonio Candreva, a causa di un fastidio al bicipite femorale. Ed è evidente che questa assenza non possa che essere “gradita” ai nerazzurri.

L’Atalanta parte così favorita in questo match: chiaro l’intento di mantenere, come minimo, l’attuale terzo posto.

Sono state 48 le occasioni nelle quali le due squadre si sono affrontate a Bergamo in Serie A, con un bilancio che vede i nerazzurri prevalere nelle vittorie per 21 a 10 mentre 17 sono stati i pareggi. Prendendo in considerazione anche i match giocati a Marassi le vittorie nerazzurre diventano 27, quelle blucerchiate 38 e i pareggi a 31.

Il più recente successo della Dea sulla Samp è quello dello scorso campionato quando, solo nel finale, prima Toloi e poi Muriel segnarono le due reti della vittoria atalantina. Risale invece al torneo precedente I’ultima occasione nella quale blucerchiati hanno sbancato Bergamo: allora fu un colpo di testa di Tonelli a dare la vittoria alla propria squadra.

Bisogna invece tornare indietro di 7 anni per trovare l’ultimo pareggio quando la gara si concluse sul classico risultato a occhiali (che è anche il risultato che si è verificato più frequentemente nella storia, ben 10 volte).

Le partite tra queste due formazioni sono state spesso ricche di gol. La Dea ha superato la Samp per 4 a 0 due volte: nel lontano 1952-1953 e nel 1996-1997 (tripletta di Inzaghi e rete di Morfeo). Nell’ancor più lontano 1948-1949 furono invece i blucerchiati a giganteggiare rifilando 5 reti all’Atalanta, con Bassetto allora sampdoriano (passerà poi in nerazzurro) che segnò una doppietta.

Per gli amanti della storia, la prima partita tra le due squadre a Bergamo si disputò nel torneo 1946/1947 e finì in parità, 1 a 1. Vi sembra strano? In realtà fino al torneo precedente la Samp non esisteva, ma giocavano le due squadre che, fondendosi, diedero poi vita alla società blucerchiata ossia l’Andrea Doria e la Sampierdarenese.

Per quanto riguarda gli ex del match, entrambi gli attaccanti nerazzurri sono stati giocatori della Samp: Duvan Zapata (31 gare con 11 reti) e Luis Muriel (79 partite con 21 realizzazioni). Anche il neo atalantino De Paoli è in prestito dalla formazione genovese nella quale durante lo scorso torneo ha giocato 31 volte. In casa ligure invece troviamo l’ex nerazzurro Manolo Gabbiadini che a Bergamo ha disputato 25 partite con 1 rete.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.