Cento scienziati si appellano a Conte e Mattarella: "Subito misure drastiche anti-Covid" - BergamoNews
La lettera

Cento scienziati si appellano a Conte e Mattarella: “Subito misure drastiche anti-Covid”

Lettera-appello firmata tra gli altri il rettore della Normale di Pisa, Luigi Ambrosio e Fernando Ferroni, ex presidente Istituto Nazionale Fisica Nucleare

Misure drastiche nei prossimi due o tre giorni per contenere l’impennata dei contagi da Covid: le chiedono all’unisono 100 scienziati e professori al presidente del Consiglio Giuseppe Conte e al presidente della Repubblica Sergio Mattarella.

In una lettera-appello firmata tra gli altri il rettore della Normale di Pisa, Luigi Ambrosio e Fernando Ferroni, ex presidente Istituto Nazionale Fisica Nucleare, scrivono: “Come scienziati, ricercatori, professori universitari riteniamo doveroso ed urgente esprimere la nostra più viva preoccupazione in merito alla fase attuale di diffusione della pandemia da Covid-19 e riteniamo utile segnalare all’attenzione delle Istituzioni, del presidente della Repubblica Sergio Mattarella e del Governo, nella persona del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, le stime riportate nell’articolo del Presidente dell’Accademia dei Lincei, professor Giorgio Parisi, pubblicato nelle scorse ore nel blog dell’Huffington Post”.

“Prendere misure efficaci adesso serve proprio per salvare l’economia e i posti di lavoro – proseguono -. Più tempo si aspetta, più le misure che si prenderanno dovranno essere più dure, durare più a lungo, producendo quindi un impatto economico maggiore. È per questo che il contagio va fermato ora, con misure adeguate, ed è per questo che chiediamo di intervenire ora in modo adeguato, nel rispetto delle garanzie costituzionali, ma nella piena salvaguardia della salute dei cittadini, che va di pari passo ed è anch’essa necessaria e funzionale al benessere economico”, concludono.

leggi anche
  • I consigli
    Come proteggersi se il positivo è in casa: “Mascherina in stanze comuni, salviette e piatti personali”
    lavarsi le mani foto Claudio Schwarz | @purzlb
  • I dati
    In Lombardia altri 4.125 positivi, 129 a Bergamo: riaprono gli ospedali nelle fiere
    Generico ottobre 2020
  • L'allarme
    Emergenza Covid, in Belgio: “Liegi rischia di diventare la nuova Bergamo”
    Coronavirus Areu
  • Inchiesta covid
    Alzano, per la procura “i direttori dichiararono il falso sulla sanificazione dell’ospedale”
    Pronto soccorso alzano
  • Emergenza covid-19
    Conte firma il nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18, ma aperti la domenica
    conte
  • L’annuncio del dpcm
    Conte: “Molti dovranno fare sacrifici, ma già stanziati aiuti per le categorie più colpite”
    Giuseppe Conte Dpcm
  • Emergenza covid
    Garattini: “Le nuove misure del Governo non arrivano al punto giusto”
    Silvio Garattini
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it