BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Al via il coprifuoco notturno, l’appello del Prefetto: “Bergamaschi, siate responsabili”

Fino al 13 novembre, dalle 23 alle 5 spostamenti consentiti soltanto per comprovate necessità. Ricci: "Solo uniti si vince questa sfida"

“Richiamo i bergamaschi alla responsabilità, perchè come ha detto il Presidente Mattarella questa è una sfida che si può vincere solo insieme”. A poche ore dal via del coprifuoco notturno in Lombardia deciso dalla Regione, a partire dalle 23 di giovedì 22 ottobre e per tutte le notti fino al 13 novembre, il Prefetto Enrico Ricci lancia il suo appello a tutti gli abitanti di Bergamo e provincia.

L’ordinanza prevede che dalle 23 alle 5 del mattino successivo gli spostamenti sono consentiti solamente per comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità e di urgenza, e motivi di salute. Sarà in ogni caso permesso il rientro nella propria abitazione. Come già ai tempi del lockdown, per motivare gli spostamenti sarà necessaria un’autocertificazione, mentre le sanzioni rimarranno quelle previste dal Dpcm del 25 marzo sull’emergenza Coronavirus.

Da un paio di giorni il capo della prefettura è al lavoro per coordinare le varie forze di polizia che saranno impegnate in strada a controllare che nessuno esca e, per chi lo fa, verificare che non si tratti di una scusa.

prefetto ricci

“Il copione sarà lo stesso delle settimane del lockdown – spiega Ricci – con una serie di pattuglie in auto e a piedi dislocate lungo le strade. Ci saranno uomini della Polizia di Stato, dei Carabinieri, della Finanza e della Locale, oltre che dell’Esercito”. Dovrebbero essere una sessantina gli uomini impegnati in contemporanea ogni notte.

Ma quali saranno le zone più attenzionate? “Quelle cittadine dei locali serali, dove di solito si verifica una maggior aggregazione di persone, soprattutto giovani. In queste ore in Questore Maurizio Auriemma sta predisponendo tutti i servizi”.

E per la provincia? “Lì il compito è riservato ai carabinieri della varie stazioni. A eccezione di Treviglio, dove c’è il commissariato di Polizia e saranno impegnati anche gli agenti”.

Come si svolgeranno i controlli? “A chi sarà trovato per strada dalle 23 alle 5, a piedi o a bordo di mezzi, sarà chiesto di presentare il modulo di autocertificazione per attestare il motivo dello spostamento. Esattamente come a marzo”.

Nel periodo del coprifuoco a Bergamo ci saranno due appuntamenti serali di grande interesse per gli atalantini: le prestigiose sfide di Champions contro l’Ajax (martedì 27 ottobre) e con il Liverpool (il mercoledì successivo), entrambe con inizio alle 21 e che si concluderanno alle 22.45 (se non più tardi).

Come faranno i mille “fortunati” (con la capienza ridotta proprio causa del Covid) che potranno recarsi allo stadio, se non riusciranno a essere a casa per le 23? “A questo non abbiamo ancora pensato – il commento del Prefetto -. In linea generale le norme sono le stesse per tutti. ma non escludo che potremmo valutare la situazione per studiare soluzioni alternative. Per chi invece si recherà nei locali o a casa di amici, preciso già che non ci saranno deroghe”.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.