BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Diritto al cibo e dell’agricoltura sostenibile: Bergamo ospita “Terra Madre” 2020

La quarta edizione di "Agricoltura" ospiterà l'evento di Slow Food

Torna, tra il 17 e il 25 ottobre, la quarta edizione di Agricultura e diritto al cibo, manifestazione dedicata ai temi dell’alimentazione di qualità e di un’agricoltura sostenibile. L’iniziativa è nata nel 2017 per meglio accompagnare l’appuntamento mondiale del G7 dell’Agricoltura che si tenne a Bergamo e si arricchisce nell’edizione 2020 di Terra Madre Bergamo, l’evento, organizzato in collaborazione con Slow Food, per condividere priorità, approcci, strumenti normativi, buone pratiche e progetti europei e capire come nutrire le città senza depauperare le risorse del pianeta.

Convegni, incontri, iniziative e laboratori di approfondimento (molti dei quali in modalità streaming) costituiscono il ricco calendario della manifestazione: si parlerà di sostenibilità, di filiera corta, di sicurezza alimentare, di food policies e tanto altro ancora. Il programma completo della manifestazione è consultabile al sito www.agriculturabg.it.

“I temi dell’agricoltura sostenibile, della valorizzazione della filiera agroalimentare locale, della relazione tra produzione agricola e tutela del paesaggio sono esattamente quelli di cui ci siamo occupati in questi anni, grazie anche alla spinta di Expo 2015, all’esperienza del G7 di qualche anno fa e alla firma del patto sulla Urban Food Policy – spiega il sindaco di Bergamo Giorgio Gori -. Le esperienze si sono intrecciate: il lavoro del tavolo permanente sull’agricoltura, insediato in Comune, il moltiplicarsi dei mercati dei produttori e il crescere delle forme di consumo alimentare consapevole, l’avventura della Valle della Biodiversità, la nascita del Biodistretto, la collaborazione con l’Università e con la Camera di Commercio, i progetti sulle mense scolastiche, il contributo costante di BergamoScienza e di istituzioni importanti come il Cesvi. Tutte queste energie si sono coordinate in occasione del G7 dell’agricoltura dando vita ad Agricultura, un evento a cui la difficile e particolare manifestazione 2020 dà continuità, segno dell’affermazione dell’agricoltura sostenibile come leva di sviluppo economico, di qualificazione dei costumi alimentari e di valorizzazione del nostro territorio, ma addirittura rilancia la sfida, coinvolgendo nuovi soggetti del territorio e affrontando nuovi fondamentali temi per il futuro del mondo in cui viviamo”.

L’edizione 2020 di Agricultura e diritto al cibo ospiterà nel proprio calendario Terra Madre Bergamo, l’iniziativa, voluta dal Comune di Bergamo e dal Comune di Milano in collaborazione con Slow Food e con il patrocinio del Consiglio di Regione Lombardia.

Gli incontri di Terra Madre Bergamo, online su www.terramadresalonedelgusto.com venerdì 23 e sabato 24 ottobre, fanno parte del programma di Terra Madre Salone del Gusto, la manifestazione dedicata al cibo buono pulito e giusto e alle politiche alimentari che propone un ricco palinsesto di iniziative organizzate dalla rete Slow Food in 160 Paesi del mondo, coinvolgendo il pubblico in eventi digitali, fisici e diffusi fino ad aprile 2021. Protagonisti della due giorni bergamasca sono i rappresentanti delle 28 città italiane firmatarie del Milan Urban Food Policy Pact e gli attivisti della rete di Slow Food, per condividere priorità, approcci, strumenti normativi, buone pratiche e progetti europei per capire come nutrire le città senza depauperare le risorse del pianeta.

“Con Terra Madre Bergamo – spiega il segretario generale di Slow Food Paolo di Croce – assisteremo all’incontro tra le amministrazioni italiane che stanno lavorando sulle food policies e gli attivisti di Slow Food nei territori, che racconteranno i progetti e le esperienze della rete a livello globale per garantire un cibo buono, pulito e giusto per tutti. Da questo confronto potranno nascere comunità coese, riunite intorno all’obiettivo di produrre una ricchezza condivisa, che ha al centro non solo gli indicatori economici ma la salute della collettività, la tutela dell’ambiente, la salvaguardia del paesaggio. Comunità permeate in un territorio in cui soggetti profondamente diversi cooperano affinché i sistemi di produzione e distribuzione alimentare siano sostenibili e garantiscano l’accesso a un cibo sano, riducendo allo stesso tempo gli sprechi, valorizzando la biodiversità locale e agendo per mitigare la crisi climatica. L’esempio dei Mercati della Terra, a partire da Bergamo, è emblematico in questo senso perché mette insieme, nel pieno centro cittadino, l’amministrazione comunale e i produttori della zona, le associazioni di categoria e i consumatori, i ristoratori e le attività didattiche”.

Tema dell’edizione 2020 di Terra Madre Bergamo è Our Food, Our Planet, Our Future. Cibo, pianeta, futuro: una concatenazione di relazioni che ci raccontano di come il modo in cui ci rapportiamo al cibo avrà impatti significativamente diversi sul pianeta. Una visione che non poteva essere più attuale, vista l’entità dell’emergenza, non solo sanitaria, ma anche ambientale, economica e sociale. Secondo Slow Food l’unica strada percorribile per nutrire il pianeta, garantendo a tutti un cibo buono, pulito e giusto, è la biodiversità in tutte le sue accezioni: dal livello invisibile dei batteri a quello delle specie, dei saperi e delle culture.

“Sono molto lieta di partecipare a questo appuntamento dedicato alle politiche alimentari delle città, all’interno del palinsesto di Terra Madre che da sempre promuove riflessioni e pratiche di giustizia e sostenibilità in campo alimentare – afferma Anna Scavuzzo, vicesindaco di Milano delegata alla Food Policy. – Attraverso la costruzione delle Food Policy, le città possono attivare e promuovere azioni concrete per migliorare il sistema alimentare e renderlo sostenibile coinvolgendo tutti gli attori locali e raggiungendo obiettivi fondamentali quali l’accesso al cibo, la riduzione degli sprechi e l’educazione, così come la ricerca e l’innovazione. E’ necessario quindi attivarsi al fine di introdurre le Food Policy all’interno delle priorità del governo delle città”.

“Regione Lombardia – dichiara il consigliere regionale Giovanni Malanchini – è da sempre impegnata nella tutela dei prodotti agroalimentari di qualità, nella valorizzazione delle produzioni a chilometro zero e nello studio di soluzioni agricole innovative che possano sempre più essere rispettose dell’ambiente e del mondo che ci circonda. Per questo sono fiero di aderire e partecipare alla quarta edizione della manifestazione “Agricoltura e diritto al cibo” che quest’anno ospiterà anche l’iniziativa “Terra Madre” Bergamo, voluta proprio per condividere soluzioni e progetti per rendere sempre più sostenibile la nostra agricoltura, permettendole nello stesso tempo di competere attraverso la promozione delle sue eccellenze. La Lombardia è la prima regione agricola d’Italia e la Bergamasca vanta ricchezze uniche al mondo: abbiamo il dovere di preservarle, tutelarle e valorizzarle al meglio con il coinvolgimento di tutti i protagonisti della filiera agricola e agroalimentare. Un obiettivo che condivido con gli organizzatori, con Slow Food e con tutti coloro che credono in questa importante mission. Grazie di cuore per questa iniziativa!”.

“Terra Madre a Bergamo – conferma il Fiduciario di Slow Food Bergamo Raoul Tiraboschi – è il riconoscimento di un percorso condiviso tra Amministrazione cittadina e associazioni del territorio sui temi della Food Policy. Coniugare impegno civico dei cittadini e delle associazioni che li rappresentano e strategia politica delle Amministrazioni nelle attività concrete quotidiane e di lungo periodo è quanto accade nei tanti territori dove le politiche del cibo sono entrate nell’agire quotidiano. C’è ancora moltissimo da fare, ma la strada è quella corretta, riunendo nel tavolo permanente Food Policy i tanti attori e promuovendo azioni e programmi congiunti”.

IL PROGRAMMA

VENERDÌ 23 OTTOBRE 2020 ORE 10:00-18:30

TERRA MADRE BERGAMO 2020

Giornata di lavoro per rafforzare le competenze delle città italiane attive sulla sostenibilità dei loro sistemi alimentari urbani e rurali attraverso l’adozione di 28 food policy.

Durante la giornata si confronteranno con modalità differenti i rappresentanti istituzionali, gli stakeholders e i funzionari provenienti da tutta Italia, con l’obiettivo di condividere priorità, approcci, strumenti normativi, buone pratiche e progetti europei.

A cura di: Slow Food Italia. Slow Food In Azione

In collaborazione con: Milan Urban Food Policy Pact

ORE 10:00-10:30 – In streaming

Food Policy per le città italiane

PANEL 1, ORE 10.30-11:30 – In streaming

Gli stakeholder possono contribuire all’impatto delle Food Policy?

Partenariati pubblico e privati per orientarsi nei processi di selezione delle priorità, quali attori possono accelerare il cambiamento verso sistemi alimentari sostenibili.

PANEL 2, ORE 16.30-17.30 – In streaming

Come la politica urbana può favorire l’avvio delle Food Policy?

Perché è importante per le città italiane dotarsi di una Food Policy, avere deleghe istituzionali e funzionari competenti sui sistemi alimentari?

ORE 18.30 FORUM TERRA MADRE – In streaming

Food Policy: confronto sulle politiche cittadine del cibo a sostegno dell’educazione e della salute, per la tutela della biodiversità e lotte contro i cambiamenti climatici

Terre d’Acqua

Città costiere di grandi e medie dimensioni attive in progetti legati ai sistemi marini, sui temi della pesca, dell’economia circolare, della gestione dei porti e della promozione della cultura del mare.

Terre Alte

Città con spiccata vocazione ai rapporti con la montagna e con le comunità ad alta quota.

Terre Basse
Città di medie dimensioni e di pianura, attive in politiche urbane e progetti volti a rendere maggiormente sostenibili i propri sistemi alimentari, rapporti con gli agricoltori di prossimità e con le associazioni del terzo settore.

Terre e Città

Città capoluogo di regione attive, attraverso una governance inclusiva, nello sviluppo di azioni di food policy in grado di valorizzare le proprie università, relazioni istituzionali, società partecipate.

VENERDÌ 23 OTTOBRE 2020, ORE 16.00-17.30

IL 2030 È NELLA NOSTRA AGENDA? LE SFIDE DELLA SOSTENIBILITÀ

Sala Mosaico, Palazzo dei Contratti, Via Petrarca 10 Bergamo

Il cibo come elemento primo della sostenibilità alimentare, sostenibilità agricola e sue espressioni nel mondo cinematografico.

A cura di: Camera di Commercio di Bergamo, Coldiretti Bergamo, Associazione Culturale Art Maiora, Associazione Montagna Italia con Ersaf, Cooperativa Sociale Namastè. Interverrà l’On. Maurizio Martina

Adatto a tutti

E’ possibile partecipare in presenza su prenotazione (massimo 35 persone) e seguire l’incontro via zoom https://bit.ly/3j9eZEr

Info e prenotazioni promozione@bg.camcom.it, 035 4225271

VENERDÌ 23 OTTOBRE, ORE 18.00-19.00 – In streaming

TERRA MADRE BERGAMO

“Cibo Sovrano, le guerre alimentari globali al tempo del virus.”

Presentazione libro presentazione libro di Maurizio Martina

Ne discutono con l’autore: Raoul Tiraboschi fiduciario Slow Food Bergamo, Ermete Realacci presidente fondazione Symbola, Donatella Bianchi presidente WWF Italia, Ettore Prandini presidente Coldiretti

A cura di: Slow Food Bergamo

Adatto a tutti, prenotazione obbligatoria su eventbrite https://bit.ly/3kfzKji

Info www.slowfoodbergamo.it – www.agriculturabg.it

SABATO 24 OTTOBRE 2020, ORE 8.30-13.00

TERRA MADRE BERGAMO

Mercato della Terra

Sentierone, Bergamo

La Comunità del Mercato della Terra di Bergamo sarà presente, come tutte le settimane, nel centro della città per permettere ai cittadini di poter fare la loro spesa sana, di qualità e con prodotti km 0.

Il Mercato della Terra non è però solo luogo di spesa ma nasce per essere luogo di incontro, di scambio e di tradizioni tramandate. Uno dei valori aggiunti ed inestimabili dell’iniziativa è infatti il rapporto che si crea tra produttore e consumatore. Tra le bancarelle non si sceglie solo cosa comprare, ma si ascoltano i racconti di chi quel prodotto l’ha coltivato con passione e l’ha reso ciò che oggi è. L’iniziativa nasce proprio con l’intento di accrescere questi momenti di scambio, di chiacchiere e di formazione, stimolando conoscenza, tradizioni, innovazione, cultura e sana alimentazione.

Saranno presenti una dozzina i banchi che, nel rispetto delle norme vigenti, aspetteranno gli affezionati, i clienti che hanno scoperto questa tipologia di cibo da poco e i semplici curiosi.

A cura di: Slow Food Bergamo – Info www.slowfoodbergamo.it – www.agriculturabg.it

SABATO 24 OTTOBRE 2020, ORE 8.30-12.30

Mercato della Cascina Carlinga

Cascina Carlinga, Curno

La qualità dei prodotti agricoli del territorio bergamasco, un prezzo giusto grazie alla filiera corta, uno scenario storico che stabilisce nuovi rapporti tra mondo agricolo e urbano. Sono queste le basi su cui Confagricoltura Bergamo basa la proposta del “Mercato agricolo” che si svolge ogni sabato mattina dalle 8.30 alle 12.30 presso la Cascina Carlinga di Curno, in via Carlinga 19.

La Cascina Carlinga è una splendida testimonianza di edificio fortificato riconvertito a costruzione civile risalente al periodo Medievale. La scelta di Confagricoltura Bergamo di proporre il Mercato agricolo in un luogo di così forte valore culturale, testimonia la volontà di fondere la riscoperta del territorio con il recupero di abitudini alimentari d’un tempo, sempre più sopite dall’incalzare della grande distribuzione. I coltivatori, dunque, con i loro prodotti “ci mettono la faccia”, i consumatori non hanno che da riscoprire il gusto della qualità.

Dalle ore 10 laboratorio con le zucche.

A cura di: Confagricoltura Bergamo

Info http://www.confagricolturabergamo.it/ – FB: Mercato della Cascina Carlinga

SABATO 24 OTTOBRE 2020, ORE 9.00-12.30

Mercato agricolo del Parco dei Colli di Bergamo

Ex Monastero di Valmarina, Via Valmarina 25 Bergamo

Protagoniste le aziende agricole che hanno sede nel perimetro del Parco Regionale dei Colli di Bergamo. Preziose produzioni agroalimentari del territorio ottenute con metodi biologici e tradizionali.

Ore 10-12 laboratori didattici di botanica, artistici e culturali per famiglie: “Il prato è bello” e “i prati stabili nell’agricoltura biologica e tradizionale”; impariamo a conoscerli e a rispettarli.

A cura di: Parco dei Colli di Bergamo

Info su www.agriculturabg.it e www.parcocollibergamo.it

SABATO 24 OTTOBRE E DOMENICA 25 OTTOBRE 2020, ORE 9.30-23.00

Mercato Agricolo e..

La Porta del Parco, Via Privata Masnada, 24035 Mozzo

Sabato 24 ottobre

9.30-12.30 Mercato agricolo

10.00-23.00 Mostra fotografica “La Porta del parco: esperienza di una comunità in nuce”

14.30-17.30 Giochi nel frutteto con Eco-Ludobus Giochingiro

Domenica 25 ottobre

11.00-18.00 Mostra fotografica “La Porta del parco: esperienza di una comunità in nuce”

15.00 Castagnata con gli Alpini di Mozzo

A cura di: Comune di Mozzo, La Porta nel Parco. La Porta del parco è un progetto gestito da Alchimia.

Si ringrazia: Mangili Macchine

Adatto a tutti

Per info e prenotazioni: laportadelparco@coopalchimia.it, FB @LaPortadelParcodiMozzo

SABATO 24 OTTOBRE, ORE 10.00-12.30 – In streaming

Farm to Fork: sviluppo e politiche cittadine del cibo a sostegno dell’educazione e della salute, per la tutela della biodiversità e lotte contro i cambiamenti climatici

Intervengono: Giorgio Gori Sindaco di Bergamo, Anna Scavuzzo Vice Sindaco di Milano, Giovanni Malanchini Consigliere Segretario Regione Lombardia, Francesco Sottile Slow Food Italia, Ambasciatore Antonio Parenti Commissione Europea, Giuseppe Remuzzi direttore istituto Mario Negri, Vincenzo Vizioli Consiglio Direttivo di AIAB, Giorgia Ceccarelli Oxfam

Modera Fabio Fimiani, Radio Popolare.

Adatto a tutti

A cura di: A cura di: Slow Food Italia. Slow Food In Azione

In collaborazione con: Milan Urban Food Policy Pact

Info www.slowfoodbergamo.it – www.agriculturabg.it

SABATO 24 OTTOBRE, ORE 15.00-16.00

Ex Monastero di Astino, Via Astino Bergamo

MOLTE FEDI

Edizione speciale per Terra Madre Bergamo: Moni Ovadia legge l’uomo che piantava alberi di Jean Giono

Adatto a tutti, prenotazione obbligatoria

A cura di: Slow Food Italia, in collaborazione con Acli di Bergamo

Info www.slowfoodbergamo.it – www.agriculturabg.it e prenotazioni www.moltefedi.it

SABATO 24 OTTOBRE 2020, ORE 16.30

Valle della Biodiversità, Via Allegrezza angolo Via Astino Bergamo

SEMI. LA VERA STORIA DI NIKOLAJ IVANOVIC VAVILOV

Reading teatrale

di Francesca Marchegiano, con Stefano Panzeri. Musica di Francesco Andreotti.

SEMI è la storia dell’agronomo russo Vavilov, pioniere degli studi sulla biodiversità e sul patrimonio naturalistico e culturale di tutti i popoli della Terra. Vavilov nei primi del Novecento creò la prima Banca di Semi e Piante commestibili al mondo, che fu difesa eroicamente dai suoi ricercatori, durante l’assedio nazista di Leningrado. Il reading, adatto a un pubblico di adulti e ragazzi, invita a riflettere sull’importanza delle piante come fonte di vita per l’Umanità e sulla consapevolezza che dobbiamo avere, soprattutto oggi, di fronte ad ogni nostra scelta di acquisto e alimentazione.

A cura di: Orto Botanico di Bergamo “Lorenzo Rota”

Adatto tutti, durata 60’

Iscrizioni e info ortobotanico@comune.bg.it

DOMENICA 25 OTTOBRE 2020, ORE 9.00-18.30

Quel che resta del bene

Piazzale degli Alpini, Bergamo

13 parole e 13 foto per non dimenticare, per raccontare e per rielaborare, attraverso le immagini e le parole, quello che abbiamo vissuto.

A cura di: Bergamo Festival Fare la Pace

Adatto a tutti. Info e prenotazioni ufficiolavoro@curia.bergamo.it

DOMENICA 25 OTTOBRE 2020, ORE 15.30

Valle della Biodiversità, Via Allegrezza angolo Via Astino Bergamo

Il cibo è per tutti?

Il diritto al cibo è un diritto che sembra scontato, ma ogni giorno 690 milioni di persone non mangiano a sufficienza. Eppure ogni anno sprechiamo un terzo della produzione mondiale di cibo, quantità quattro volte superiore a quanto necessario per sfamare le persone denutrite nel mondo. Ti sembra giusto? Vieni a dirci la tua opinione per provare a migliorare il nostro Pianeta!

A cura di: Orto Botanico di Bergamo “Lorenzo Rota”

Adatto a bambini 8-12 anni, durata 90’

Iscrizioni e info ortobotanico@comune.bg.it entro il 23 ottobre ore 17.00

DOMENICA 25 OTTOBRE 2020, ORE 15:30

Orto Botanico e Porta Scaletta di Colle Aperto, Bergamo Alta

Rimedi naturali, antitarme

Sezione di Città Alta ‘Una Finestra sul Paesaggio’, Scaletta Colle Aperto Bergamo

Perché le piante profumano? Un odore può essere per tutti considerato gradevole? Scopriamolo insieme preparando un antitarme 100% naturale.

A cura di: Orto Botanico di Bergamo “Lorenzo Rota”

Adatto a tutti, durata 60’

Iscrizioni e info ortobotanico@comune.bg.it entro il 23 ottobre ore 17.00

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.