La scelta

Sacbo, i soci rinunciano ai dividendi: l’utile 2019 in un fondo di riserva straordinaria

Gli azionisti hanno condiviso la scelta di accantonare quasi quindici milioni di euro, al fine di rafforzare la struttura economica, finanziaria e patrimoniale del gruppo.

No alla distribuzione dei dividendi, con l’utile di esercizio del 2019, pari a 14.849.675,05, accantonato nel fondo di riserva straordinaria.

Questa la decisione dell’assemblea degli azionisti di Sacbo che, riunita nella sede degli uffici direzionali a Grassobbio e alla presenza di tutti i soci, ha preso atto dello scenario operativo ed economico venutosi a determinare sul trasporto aereo a partire dal mese di marzo 2020, conseguente alla pandemia di Covid-19 a livello mondiale, accogliendo la proposta avanzata dal Consiglio di Amministrazione lo scorso 29 settembre.

Una scelta finalizzata al rafforzamento della struttura economica, finanziaria e patrimoniale del Gruppo Sacbo, che comprende la capogruppo Sacbo S.p.A. e la società di handling interamente controllata BGY International Services S.R.L.

Nell’assumere tale decisione, l’assemblea degli azionisti di Sacbo ha condiviso la permanente incertezza degli scenari a venire, per effetto dell’andamento della pandemia di Covid-19 a livello internazionale che comporta restrizioni al trasporto aereo, ma nel contempo la necessità di garantire la continuità di tutte le attività dell’aeroporto predisponendo le condizioni per quando ci sarà la ripresa del movimento passeggeri.

Vuoi leggere BergamoNews senza pubblicità?   Iscriviti a Friends! >>
leggi anche
Lago Moro - nostra
Il finanziamento
Laghi d’Iseo, Endine e Moro, la Regione stanzia 2 milioni e 680 mila euro per 8 progetti
cibo alimenti (foto nostra)
Tavola rotonda
“Il 2030 è nella nostra agenda? Le sfide della sostenibilità”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI