BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Festa dell’Endurance, Sebastiano Parolini e Alain Cavagna conquistano l’oro tricolore nei 5000 metri

Il 22enne di Gandino si è imposto nelle promesse, mentre il 19enne di San Pellegrino Terme ha primeggiato fra gli juniores

Ultima giornata carica di medaglie per l’atletica leggera bergamasca alla Festa dell’Endurance in programma a Modena.

A guidare il movimento orobico nella rassegna tricolore sono stati Sebastiano Parolini e Alain Cavagna che si sono distinti nei 5000 metri.

Reduce dall’oro nei 10.000 metri, il 22enne di Gandino si è aggiudicato il titolo promesse sulla distanza più breve lottando sino alla fine per il successo assoluto.

Superato per soli sessantasei centesimi dal palermitano Ala Zoghlami (Fiamme Oro), il portacolori del Gruppo Alpinistico Vertovese ha tagliato il traguardo in 14’05”10 imponendosi così fra gli Under 23.

Gara di testa invece per Cavagna che, nonostante qualche rischio incorso a cinquecento metri dalla linea d’arrivo, ha conquistato la vittoria fra gli juniores.

Sorpassato durante l’ultimo giro dal piemontese Nicolò Gallo (Atletica Alba), l’alfiere dell’Atletica Valle Brembana ha subito reagito terminando le proprie fatiche in 14’32”02  e distanziando così gli avversari di oltre quattro secondi.

In campo femminile buona prestazione per Gaia Colli (Atletica Valle Brembana) che ha abbassato di dodici secondi il proprio personale cogliendo la quinta piazza fra le promesse.

Nella marcia piazza d’onore per Nicole Colombi (Carabinieri) che, in vista della stagione olimpica, si è confermata fra le migliori esponenti del panorama azzurro.

La 24enne di Villa di Serio ha chiuso la 10 chilometri alle spalle di Antonella Palmisano (Fiamme Gialle) che sulle strade emiliano ha fissato il nuovo record nazionale in 41’28” migliorando di dieci secondi il primato appartenente a Rossella Giordano.

In grado di abbassare il proprio limite di quasi due minuti, l’allieva di Renato Cortinovis ha fermato il cronometro in 43’55” precedendo le conterranee Federica Curiazzi (Atletica Bergamo 1959, 45’50”) e Lidia Barcella (Bracco Atletica, 46’00”), rispettivamente quarta e quinta al traguardo.

Ottavo posto per Beatrice Foresti (Atletica Bergamo 1959) che, grazie al risultato ottenuto nella città padana, ha avuto modo di indossare la maglia tricolore dedicata alle Under 23.

In campo maschile ottavo tempo assoluto e argento di categoria per Juriy Micheletti (Atletica Bergamo 1959) che ha fermato le lancette dell’orologio in 42’28”.

A livello giovanile bronzo per Gabriele Gamba (Atletica Riccardi Milano 1946, 42’39”) che ha limato di un minuto il proprio personal best lasciandosi alle spalle Daniele Breda (Atletica Bergamo 1959, 43’35”), capace anche lui di segnare la miglior prestazione personale.

Il pit-stop di un minuto non ha impedito a Martina Casiraghi (Atletica Bergamo 1959) di salire sul gradino più basso del podio Under 20 bloccando il cronometro in 48’24”.

La formazione orobica ha infine impreziosito la propria trasferta con lo scudetto Under 23 e quello endurance maschile superando rispettivamente l’Atletica Vicentina e il Gruppo Alpinistico Vertovese.

La squadra guidata da Achille Ventura è salita inoltre sul podio nell’endurance e nell’assoluto femminile allievi confermandosi fra i principali vivai del mezzofondo italiano.

Foto Francesca Grana-FIDAL

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.