Festa dell'Endurance, Abdelhakim Elliasmine conquista il titolo italiano promesse nei 1500 metri - BergamoNews
Atletica leggera

Festa dell’Endurance, Abdelhakim Elliasmine conquista il titolo italiano promesse nei 1500 metri

Il mezzofondista di Brembate Sopra ha terminato le proprie fatiche in 3'49"22 precedendo il camuno Giovanni Filippi (U.S. Rogno)

Si conclude nel migliore dei modi la stagione di Abdelhakim Elliasmine.

Il mezzofondista di Brembate Sopra ha infatti caratterizzato la prima giornata della Festa dell’Endurance in corso a Modena conquistando il titolo italiano Under 23 nei 1500 metri.

Dopo aver lottato per un anno e mezzo con un problema al ginocchio, il portacolori dell’Atletica Bergamo 1959 è tornato sui propri livelli combattendo fianco a fianco con il favorito Joao Bussotti.

L’alfiere dell’Esercito ha infatti rotto gli indugi attorno ai settecento metri, imponendo un ritmo divenuto gradualmente irresistibile per tutti gli avversari.

Il giovane orobico infatti ha dovuto alzare bandiera bianca a duecento metri dall’arrivo, terminando le proprie fatiche in 3’49”22, distante poco meno di due secondi da livornese allenato da Saverio Marconi (3’47”51).

Terza piazza e medaglia d’argento fra le promesse per Giovanni Filippi (U.S. Rogno) che, dopo l’infortunio, si è confermato in crescita tagliando il traguardo emiliano in 3’50”11.

Medesimo risultato fra gli juniores per il barzanese Moad Razgani (Atletica Bergamo 1959, 3’58”86) che allo sprint ha preceduto il 19enne di San Pellegrino Terme Alain Cavagna (Atletica Valle Brembana, 3’59”31).

La volata ha arriso invece a Claudia Locatelli (Atletica Bergamo 1959) che ha fermato il cronometro in 11’22”87 firmando così il nuovo personale e guadagnandosi il gradino più basso del podio.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it