BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

A Soelden doppietta in gigante per Bassino e Brignone, sesta Sofia Goggia

La 27enne di Astino ha tagliato il traguardo austriaco con 2"47 di ritardo dalla giovane piemontese

L’Italia dello sci alpino torna a sorridere dopo otto mesi di stop. La ripresa della Coppa del Mondo ha riservato la doppietta di Marta Bassino e Federica Brignone che hanno aperto uno spiraglio azzurro nel cielo tetro di Soelden.

La 24enne di Borgo San Dalmazzo ha confermato l’ottima condizione di forma mostrata in allenamento, facendo il vuoto nella prima manche dello slalom gigante inaugurale complice una sciata accorta e leggera.

Il miglioramento delle condizioni atmosferiche hanno permesso alla giovane piemontese di gestire il vantaggio sulla connazionale distanziando di soli quattordici centesimi la campionessa uscente.

Scatenata nella seconda parte di gara, la 30enne di La Salle ha saputo fare la differenza nel tratto finale complice le proprie doti di scorrevolezza che le hanno permesso di interrompere la rimonta della slovacca Petra Vhlova.

La determinazione e l’orgoglio bergamasco hanno invece condotto Sofia Goggia al rientro dopo l’infortunio al braccio subito a Garmisch-Parterkichen.

Giunta sul Rettenbach in compagnia del nuovo skiman Barnaba Greppi, la 27enne di Astino ha messo in campo la propria determinazione spazzando via sin da subito i dubbi sull’anomala preparazione estiva.

Veloce nei tratti più pianeggianti, la finanziera orobica ha concluso la prima fase di gara all’ottavo posto complice una visibilità pessima e alcune sbavature nelle sezioni più tecniche causate dalla propria irruenza.

In grado di recuperare quasi tre decimi nella sezione finale della competizione, la fuoriclasse azzurra ha contenuto il proprio distacco presentandosi nuovamente al cancelletto con la voglia di ridurre ulteriormente il distacco.

Le difficoltà già espresse sul muro si sono ripresentate anche nella discesa finale, tuttavia gli errori commessi dalle avversarie hanno consentito alla campionessa olimpica di recuperare due posizioni e cogliere la sesta piazza finale.

“Ieri mi sentivo tesa visto che non gareggiavo da febbraio, ma già facendo la ricognizione ho rivissuto la gioia di riaprire il cancelletto – ha spiegato Goggia nel dopo-gara -. Non sono riuscita a esprimere la mia miglior sciata visto che sul muro mi sono salvata, però oggi sono felice per la prestazione di squadra. C’è molto margine ancora, ma oggi sono veramente emozionata”.

In chiave orobica esordio amaro per la zognese Ilaria Ghisalberti che, alla prima uscita nel Circo Bianco, non è riuscita a qualificarsi concludendo le proprie fatiche in sessantunesima posizione.

La Coppa del Mondo femminile si trasferirà ora a Lech in vista del primo parallelo stagionale che vedrà Sofia Goggia e compagne scendere in pista il prossimo 13 novembre.

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.