BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

“Ho avuto la cattedra: la mia avventura di docente sul lago”

Marco P. è un docente di Bergamo che ottiene finalmente la cattedra in un paese del lago d'Iseo. Inizia un cambiamento radicale della propria vita che da oggi racconterà per Bergamonews per conoscere il mondo della scuola da un altro punto di vista.

Più informazioni su

Il mondo della scuola visto da un docente di Bergamo che ottiene finalmente la cattedra in una scuola sul lago d’Iseo. Paese non lontanissimo, ma nemmeno alle porte della città. Marco P. da oggi ci racconterà la sua esperienza nella rubrica Pensilina 9.  

Tutto è iniziato una sera di settembre, per l’esattezza giovedì 17 settembre. Passeggiavo nervosamente per il mio quartiere di Bergamo, in attesa della “chiamata” che non arrivava mai.

Incontro quattro amici seduti ad un tavolino di un bar, all’aperto, in strada, e dico loro il motivo per cui sto passeggiando nervosamente: “Sto aspettando la chiamata!”. Scherziamo un po’ su questa vicenda e uno di loro esclama, prima di salutarci: “Mi raccomando se ti chiamano faccelo sapere che si festeggia insieme!”.

Saluto tutti e ricomincio a camminare. Pochi minuti dopo, mentre sto rincasando, riguardo per l’ennesima volta il mio smartphone: apro il portale sigeco.nomine.it e scopro che in fondo alla pagina è comparso un nuovo PDF. Si chiama “Individua”, lo apro e… MERAVIGLIA!!! Contiene “la chiamata”!!!

Carta intestata del Ministero dell’Istruzione e dell’Ufficio Scolastico per la Lombardia

IL DIRIGENTE

VISTO il testo unico

VISTO l’art. 1, commi 109 e 114, della legge 13 luglio 2015, n. 107

VISTO…, VISTA…, VISTO…, VISTA…, VISTA…, VISTO…, VISTO…, insomma dopo aver visto un sacco di leggi, commi e provvedimenti

ACQUISITE a distanza le preferenze espresse dai candidati

VERIFICATE le disponibilità dei posti

INDIVIDUA (e qui viene il bello!)

Insomma, individua ME quale destinatario di contratto a tempo determinato per l’anno scolastico 2020/21.

Potete immaginare quale ridda di pensieri cominci ad affastellarsi nella mia mente e quante emozioni mi attraversino: gioia, eccitazione, dubbi, sollievo, timore. Solo per citarne alcuni.

Anche perché la “cattedra” che mi viene assegnata si trova in un paese sul lago, non troppo lontano, ma nemmeno troppo vicino a Bergamo.

Devo dirvi la verità: in realtà non ho avuto mai il minimo dubbio e non appena ho visto il PDF mi sono subito innamorato di quel paese e di quella cattedra ma sono sempre cose che si scoprono a posteriori. La ragionevolezza deve sempre tentare di prevalere… ma per fortuna poi il cuore e l’irrazionalità prendono il sopravvento e quando ciò accade vengono sempre fuori le avventure più belle!

La prima cosa che mi viene spontaneo fare è scrivere un WhatsApp agli amici: sono le ore 22:44 di giovedì 17 settembre.

“Se mi date 5 minuti vi aspetto per brindare. Non potete rifiutare!!”
“Sono c** tuoi adesso arriviamo in 4!”
“Non mi interessa, c’è molto da festeggiare. In quattro siete pochi volendo…!!”
“Siamo qui sotto”
“Via libera…”
“È aperto a che piano?”
“Sesto”

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.