Sonzogni: “Bergamo-Treviglio, per favore non chiamatela ex IPB” - BergamoNews
L’intervento

Sonzogni: “Bergamo-Treviglio, per favore non chiamatela ex IPB”

Sul progetto dell’infrastruttura stradale, di grande attualità, dopo la presa di posizione dell’8 agosto 2019 interviene di nuovo l'architetto Felice Sonzogni, già assessore in Provincia di Bergamo nella Giunta di Valerio Bettoni.

Sul progetto dell’infrastruttura stradale, di grande attualità, dopo la presa di posizione dell’8 agosto 2019 (leggi) interviene di nuovo l’architetto Felice Sonzogni, già assessore in Provincia di Bergamo nella Giunta di Valerio Bettoni.

La proposta attuale del collegamento Bergamo – Treviglio viene spesso indicata come ex IPB (interconnessione Pedemontana-Brebemi).
Vorrei mettere chiarezza perché non è vero, non è cosi, è tutta un’altra cosa, completamente diversa.

Vorrei illustrare gli elementi più significativi, mi assumo la responsabilità per quanto riguarda i dati relativi a IPB, li conosco direttamente essendo stato, con il Presidente Bettoni, tra i protagonisti insieme a tanti enti locali che hanno partecipato alla definizione dei progetto. Per quanto attiene la Bergamo – Treviglio mi riferisco alle informazioni di massima sino ad ora rese note.

Il progetto IPB: Il significato strategico dell’opera è rappresentato dal fatto che costituisce il collegamento autostradale tra l’autostrada Pedemontana e la A4 a Osio sotto con la Brebemi a Treviglio. E’ parte del famoso Corridoio5, e consente al territorio Bergamasco di raccordarsi ai grandi sistemi di mobilità Europea.

Il progetto Bergamo Treviglio: è quasi esclusivamente una relazione, seppure importante tra Bergamo e Treviglio. È quindi di scala provinciale

I costi IPB: 170 milioni

I costi Bergamo Treviglio: Per le informazioni note 400/450 milioni

Contributo pubblico IPB: nessun contributo pubblico

Contributo pubblico Bergamo Treviglio: 130 milioni

Tariffa pedaggio IPB: nessuno per chi la utilizza all’interno della provincia, a pagamento per chi la utilizza per passare da una autostrada ad un altra, come avviene nella tangenziale di Milano.

Tariffa pedaggio Bergamo Treviglio: con contributo pubblico il costo si riduce ma la pagherebbero comunque tutti su qualsiasi tratta.

Vorrei inoltre ricordare che per la definizione del progetto di allora ci siamo avvalsi del supporto tecnico di Brebemi. Ci siamo mossi d’intesa con altre istituzioni. Camera di Commercio e Comuni in primis che sono poi diventati soci per una garanzia di presenza alle decisioni.

Si era definito in sostanza un percorso molto chiaro, guidato dalle istituzioni pubbliche, a cui avrebbe dovuto seguire la fase realizzativa da affidare ai privati.

Nelle fasi successive questo progetto è cambiato radicalmente: diventa Autostrade Bergamasche, la società è passata, anche per il progetto, dalla mano pubblica a quella privata. Ora si sta delineando con il nome di Bergamo – Treviglio, (o Stezzano -Treviglio?).

Ho già espresso pubblicamente le mie valutazioni critiche e negative su queste strategie anche per gli oneri finanziari che ricadranno sui bergamaschi. Questa infrastruttura invece di essere utilizzata gratuitamente dentro il territorio bergamasco, oltre al contributo pubblico sarà pagata da chi percorrerà la Bergamo – Treviglio.

Cambiare progetto è legittimo, ma per cortesia… non chiamatela IPB

leggi anche
  • L'osservatorio
    Confindustria: “La Bergamo–Treviglio s’ha da fare, è ancora la priorità del territorio
    autostrada Foto di Heorhii Heorhiichuk da Pexels
  • L'intervento
    Pd, circolo Langer: la Bergamo-Treviglio sconvolge equilibri e vocazione della Bassa
    Autostrada Bergamo-Treviglio
  • Bassa
    Treviglio, per le elezioni il centrodestra sarà unito: “Compatti con Imeri”
    Juri Imeri
  • La proposta
    Autostrada Treviglio-Bergamo? Meglio un’alternativa: il tram
    Tram Photo by Bastien Nvs on Unsplash
  • La provocazione
    Legambiente per Natale regala asfalto ai sindaci, alla Provincia e all’assessore Terzi
    Regalo Asfalto Legambiente
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it