Quantcast
Lanciò i fratelli Gagliardini nel grande calcio: Dalmine piange Silvio Boffi - BergamoNews
Il lutto

Lanciò i fratelli Gagliardini nel grande calcio: Dalmine piange Silvio Boffi

Per 30 anni presidente dell'U.S. Mariano Calcio, si è speso anche per ciclismo e bocce. Nel 1983 fondò l'azienda Ecofilm, ora guidata dai figli e dal genero

Dalmine piange Silvio Boffi. Attivissimo sul territorio, per 50 anni è stato nel direttivo dell’U.S. Mariano Calcio, di cui 30 con la carica di presidente.

È stato lui a lanciare i fratelli Roberto e Andrea Gagliardini sui grandi palcoscenici: i due hanno infatti mosso i primi passi nel mondo del calcio nella frazione di Mariano, allenati dal padre Alessandro, prima di finire nel settore giovanile dell’Atalanta. Oggi Roberto è un calciatore della Nazionale e dell’Inter, in Serie A, mentre il fratello Andrea è un difensore del Mapello che milita nel campionato di Eccellenza.

Gagliardini
Roberto Gagliardini è il primo a sx in piedi, Andrea è seduto al centro

Alla guida dell’U.S. Mariano Calcio la soddisfazione più grande che si è preso è stata la promozione della squadra nel campionato di Prima categoria, oltre alla benemerenza ricevuta dalla Figc per mano dell’allora presidente Nizzola.

Non solo calcio. Silvio Boffi si è sempre distinto per il grande impegno che ha riservato per tutto lo sport dalminese: è stato infatti presidente anche della Bocciofila Settebello e si è speso in prima persona per anni nell’organizzazione della festa dello sport in paese.

A fianco dell’allora presidente Ferdinando Colleoni, è stato anche attivo nel ciclismo, promotore della gara allievi annualmente organizzata dalla famiglia Cividini.

Silvio Boffi ha avuto anche un’importantissima vita professionale. Nel 1983, infatti, ha aperto la Ecofilm Srl per la produzione di pellicola per imballaggi. Avviata con tre-quattro dipendenti, dopo quasi quarant’anni l’azienda vive ancora e dà lavoro a ben trentacinque famiglie. Oggi la guidano i figli Giancarlo e Loredana assieme al genero Aldo Suardi.

Amava molto il sua paese e i suoi concittadini, tanto da avvicinarsi anche alla politica: a cavallo tra gli anni ’70 e ’80 è stato anche consigliere comunale.

Boffi da qualche anno era dializzato. Le sue condizioni si sono aggravate negli ultimi giorni, fino alla morta avvenuta lunedì 5 ottobre.

I funerali avranno luogo giovedì alle 9.30 nella chiesa parrocchiale di Mariano.

leggi anche
Francesco Bramani
Il video annuncio
Il sindaco di Dalmine sui social: “Positivo al virus, ora la quarantena”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it