BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Vaccino antinfluenzale da metà ottobre: a Bergamo hanno aderito 256 medici

Sono 119, per ora, le sedi vaccinali distribuite in 93 Comuni: 16 solo nella città di Bergamo.

Più informazioni su

“La campagna delle vaccinazioni antinfluenzali 2020/2021 prende forma: si parte la seconda metà di ottobre, hanno già aderito 4.999 medici di famiglia e 528 Comuni hanno messo a disposizione oltre 700 spazi per supportare le operazioni”: questo l’annuncio fatto da Giulio Gallera, assessore al Welfare di Regione Lombardia.

Per quanto riguarda l’Ats di Bergamo, sono 256 attualmente i medici di medicina generale che hanno aderito, con 93 Comuni che hanno messo a disposizione 119 sedi vaccinali: 16 di queste sono solo nella città di Bergamo.

“Le nostre ATS hanno predisposto i piani operativi territoriali – prosegue l’assessore – in continua evoluzione, riscontrando una forte adesione da parte dei medici di famiglia. Si parte dalla seconda metà di ottobre con i pazienti fragili e le donne in gravidanza. A novembre gli over 65, seguiti dagli operatori sanitari e i bambini fino al sesto anno, infine gli over 60 sani. Le vaccinazioni saranno eseguite all’interno dei loro studi professionali, laddove possibile, nei centri vaccinali delle ASST e negli spazi (centri civici, palestre, oratori ecc. ecc.) messi a disposizione dai Comuni a supporto delle attività degli operatori sanitari nel rispetto delle regole anti Covid”.

“In particolare – aggiunge l’assessore al Welfare – nella città di Milano sono stati individuati alcuni centri hub quali l’Ospedale militare di Baggio, con personale dell’Asst Santi Paolo e Carlo, l’Ospedale Sacco e il Centro di via Ricordi grazie all’Asst Fatebenefratelli in collaborazione con i medici di medicina generale del territorio, L’ambulatorio di Villa Marelli gestito dall’Asst Niguarda e una tensostruttura collocata davanti a Palazzo Reale con il personale dell’Asst Nord Milano”.

“Nel restante territorio della area metropolitana di Milano – spiega poi l’assessore – hanno aderito finora 97 Comuni mettendo a disposizione 161 strutture aggiuntive, con l’opportunità di organizzare anche giornate vaccinali specifiche per i target di riferimento”.

“Per questa campagna vaccinale – conclude l’assessore – abbiamo acquistato l’80 per cento delle dosi in più rispetto all’anno scorso. Si tratta di prodotti innovativi, ad altissima protezione per i più fragili e gli ospiti delle RSA, vaccini quadrivalenti per gli over 60 e gli operatori sanitari e dosi spray per i bambini”.

L’arruolamento dei medici di base prosegue giornalmente. L’accordo integrativo con le organizzazioni sindacali dei Pediatri di famiglia raggiunto ieri potrà garantire l’adesione di ulteriori professionisti dall’inizio della campagna. L’Unità Organizzativa Prevenzione della Dg Welfare sottolinea che le tempistiche individuate garantiscono una corretta copertura considerato che negli ultimi anni il picco influenzale si è manifestato tra la fine del mese di gennaio e gli inizi di febbraio.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.