BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Integrazione Film Festival: ospite d’onore Manda Tourè, protagonista in Tolo Tolo di Checco Zalone

La 14esima edizione si terrà da martedì 20 a sabato 24 ottobre. In gara 22 lavori, dalla Francia all'Uruguay

Dopo mesi di pausa, la 14esima edizione di IFF – Integrazione Film Festival, tradizionale appuntamento primaverile, vedrà la luce in tre giornate tra Bergamo e Sarnico da martedì 20 a sabato 24 ottobre, con un obiettivo preciso: raccontare l’immigrazione e l’integrazione attraverso il cinema.

Iff Integrazione Festival

“Tra le espressioni artistiche è quella di più immediata fruizione, un veicolo efficace per diffondere valori oggi più che mai fondamentali, in grado di arrivare dove la parola non riesce”, commenta Nadia Ghisalberti, assessore alla Cultura del Comune di Bergamo.

Al concorso cinematografico hanno partecipato in circa 300 tra corti e film. Ne sono stati selezionati 22 (17 cortometraggi di fiction e 5 film documentari, oltre a tre film fuori concorso) provenienti tutti da diversi paesi del mondo, dalla Francia all’Uruguay.

Due i Premi in palio: quello per il Concorso internazionale per film documentari e quello per il Concorso internazionale per cortometraggi di finzione.

“Per questa edizione abbiamo lavorato in modo particolare per allargare la rete delle collaborazioni, coinvolgendo un maggior numero di partner del terzo settore e di associazioni di cittadini di origine straniera” spiega Laura Resta, Responsabile Area Cultura di Cooperativa Ruah. “I cortometraggi e i documentari che abbiamo scelto sanno raccontare la realtà e, attraverso il filtro dell’occhio cinematografico, ci aiutano a comprendere le complessità in cui viviamo”, aggiunge Sergio Visinoni, di Lab 80 film.

Per la prima volta, il festival, organizzato da Cooperativa social Ruah e Lab 80 Film sarà anche in streaming per permettere a tutti gli appassionati di seguire la manifestazione in sicurezza rispettando le distanze anti Covid.

Tutti i film in programma, anche quelli la cui proiezione è prevista in sala, potranno essere, infatti, sempre seguiti in streaming accedendo al sito www.iff-filmfestival.com; la stessa modalità di accesso è prevista per la giornata di venerdì 23 ottobre, che si svolgerà completamente on line.

Anche gli ospiti internazionali verranno accolti in collegamento virtuale, tranne l’ospite d’onore dell’edizione 2020 l’attrice afro-francese Manda Touré – diventata famosa in Italia come protagonista femminile del film Tolo Tolo di Checco Zalone – attesa per il primo giorno di festival, il 20 ottobre, che, forse, sarà in presenza. E farà tappa a IFF 2020 anche Emergency, l’organizzazione non governativa fondata da Gino Strada che nei mesi scorsi ha svolto un importante ruolo nella cura dei malati di Covid 19 all’Ospedale di Bergamo e che da anni lavora ad un progetto dedicato al cinema.

L’attrice afro-francese Manda Touré
Manda Tourè

“È importante che il nostro Festival si svolga nonostante le grandi difficoltà organizzative legate al Covid e il dolore che ha colpito il territorio bergamasco – spiega Giancarlo Domenghini, direttore di IFF – perché il tema del ‘noi’ che esploriamo può essere di utilità alla ‘prossimità sociale’ auspicata in un tempo caratterizzato dal distanziamento”.

“Dopo il doloroso periodo dell’emergenza, Bergamo guarda al futuro dando di nuovo spazio e respiro a quanto è rimasto in apnea per mesi” aggiunge Marzia Marchesi, Assessora alla pace del Comune di Bergamo, grande sostenitrice del festival, così come Romina Russo, delegata alla Cultura per la Provincia di Bergamo: “Con grande piacere sosteniamo anche quest’anno questo Festival. Condividiamo i valori che stanno alla base di questo progetto e crediamo che le istituzioni abbiano il compito di valorizzare iniziative come Integrazione Film Festival, che rappresentano veicoli per raccontare il dialogo e per costruire una società migliore, più umana”.

Il programma e le informazioni dettagliate sul Festival si trovano sul sito internet www.iff-filmfestival.com. L’ingresso è sempre libero e gratuito ma è necessario prenotare, accedendo al sito di IFF si troverà il link per prenotare in evidenza.

Il pubblico che vuole sostenere il Festival può effettuare una donazione libera sulla piattaforma di crowdfunding http://sostieni.link/24561. Si può donare a partire da 1 euro, chi dona dai 30 euro in su riceverà gadget del Festival in regalo. I film vengono tutti proiettati in lingua originale con sottotitoli italiani (quando non sono in italiano). Per la visione in streaming, è necessario registrarsi alla piattaforma dedicata tramite il sito www.iff-filmfestival.com.

In caso vengano presi provvedimenti restrittivi non prevedibili, il programma resterà invariato e il Festival si svolgerà completamente in streaming. Per gli spettatori dell’Auditorium di Bergamo è prevista una convenzione con il parcheggio sotterraneo di Piazza Libertà: carnet utilizzabile in qualsiasi fascia oraria, 2,50 euro per tre ore (acquistabile al banco accoglienza in sala).

© Riproduzione riservata

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.