Al via il Festival del Pastoralismo: "Pratiche e saperi agricoli patrimonio da custodire" - BergamoNews
Bergamo

Al via il Festival del Pastoralismo: “Pratiche e saperi agricoli patrimonio da custodire”

Iniziato l'evento di rievocazione della secolare transumanza delle mandrie dalle Valle Brembana alla bassa pianura lombarda

“È stata un’emozione partecipare oggi a questa rievocazione realistica di una pagina importante della storia del nostro territorio. Manifestazioni come questa, che ha ottenuto il patrocinio del Consiglio regionale della Lombardia, sono fondamentali per mantenere vive le nostre preziose tradizioni e per tramandarle di generazione in generazione. La Bergamasca e più in generale la Lombardia sono ricche di pratiche e saperi agricoli che sono un patrimonio radicato del territorio e che come tali devono essere custoditi”. Così Giovanni Malanchini, consigliere segretario dell’Ufficio di presidenza del Consiglio regionale della Lombardia, a margine del Festival del Pastoralismo, la rievocazione della secolare transumanza delle mandrie dalle Valle Brembana alla bassa pianura lombarda seguendo l’asta del Brembo per raggiungere la Martesana.

La manifestazione, presentata la settimana scorsa a Palazzo Pirelli, ha preso il via mercoledì 30 settembre e terminerà il 4 ottobre dopo aver toccato i comuni di Bergamo, Dalmine, Brembate, Canonica d’Adda, Cassano d’Adda, Inzago e Gorgonzola. Ad ogni tappa sono previsti eventi specifici legati allo spirito della rievocazione storica.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it