BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Troppi positivi, la Serie A si ferma? Intanto l’Atalanta prepara la trasferta di Roma

Due-tre ballottaggi in vista della sfida di mercoledì sera

Più informazioni su

In casa Atalanta non ci sono giocatori positivi, ma in Serie A le notizie di nuovi contagi fioccano come neve. Per questo, stando a quanto riferito da Il Corriere della Sera, tra le ipotesi al vaglio di Lega Calcio e governo ci sarebbe quella di sospendere il campionato per quattordici giorni, ossia per il periodo di tempo indicato per la quarantena. Un’opzione che trova una sponda preziosa nella pausa per le Nazionali che permetterebbe al campionato di fermarsi per una sola giornata.

La seconda ipotesi, quella per ora più probabile – prevede il rinvio solo delle partite che vedono impegnate squadre con un considerevole numero di soggetti positivi. Il Genoa, ad esempio, che sabato dovrebbe affrontare il Torino.

Come si diceva, però, in casa Atalanta la situazione appare piuttosto tranquilla e sono tante le buone notizie per mister Gasperini in vista dell’impegnativa trasferta in casa della Lazio in programma mercoledì sera.

L’emergenza in difesa è praticamente rientrata grazie alle squalifiche scontate da Djimsiti e Romero, tornati a disposizione del tecnico piemontese per la gara dell’Olimpico. Entrambi potrebbero giocarsi una maglia da titolare con Palomino e sostituire Caldara e/o Sutalo.

Sicuri assenti saranno Ilicic (che continua la sua preparazione personalizzata), Miranchuk e Gollini (anche loro stanno proseguendo il programma di recupero dai rispettivi infortuni).

Il secondo grande dubbio del Gasp riguarda l’attacco: avanti con le due punte, che tanto bene hanno fatto contro il Torino, o spazio a un trequartista in più col vecchio modulo? Il ballottaggio, in questo caso, riguarda tre giocatori: Muriel, Pasalic e Malinovskyi. In tre si giocano una maglia.

Piccoli dolci problemi per il tecnico nerazzurro. Dubbi dovuti alla rosa nettamente allargata e migliorata, che tanti altri allenatori vorrebbero avere.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.