Quantcast
“Child training ADHD”, un percorso aiuta i bambini con disturbi del comportamento - BergamoNews
A cura di

Centro per l’Età Evolutiva

Età evolutiva

“Child training ADHD”, un percorso aiuta i bambini con disturbi del comportamento

Il Child training ADHD è un percorso di gruppo rivolto a bambini che manifestano difficoltà di controllo del proprio comportamento e di autoregolazione emotiva e relazionale

Il Child training ADHD è un percorso di gruppo rivolto a bambini che manifestano difficoltà di controllo del proprio comportamento e di autoregolazione emotiva e relazionale.

Si basa su un modello di lavoro, l’Acceptance and Commitment Terapy (ACT), che ha l’intento di aiutare le persone a riconoscere le proprie caratteristiche e valori personali per identificare obiettivi e azioni collegati ad essi. Mira a ridurre la tendenza ad agire impulsivamente aiutando le persone a identificare ciò che è davvero importante. Ciò che sta a cuore diventa la direzione verso cui orientare le proprie azioni, consapevoli delle richieste e limitazioni che pongono l’ambiente.

Questo approccio può rivelarsi utile per i bambini con ADHD perché spesso manifestano difficoltà nell’autoregolazione emotiva e nel controllo del proprio comportamento unitamente ad una scarsa consapevolezza degli stimoli provenienti dalle altre persone a causa della tendenza a spostare velocemente l’attenzione. Questo influenza la capacità del bambino di scegliere quale comportamento mettere in atto, generando azioni inappropriate rispetto alle circostanze.

Il percorso di gruppo permette ai bambini di interagire tra di loro favorendo un maggior coinvolgimento nelle diverse attività. Inoltre imparano e ricevono supporto dagli altri e questo incrementa lo spirito di cooperazione e collaborazione tra di loro.

Sistema a punti e allenamenti a casa

Durante il percorso si adotterà un sistema a punti che permetterà di gratificare i bambini nel momento in cui mettono in atto un comportamento positivo, aiutandoli a cogliere il nesso esistente tra il comportamento adeguato e la conseguenza piacevole che ne deriva (ricevere il punto).

I bambini hanno la possibilità di guadagnare punti anche grazie a piccoli “allenamenti” da svolgere a casa. Gli allenamenti a casa costituiscono un’opportunità per aiutare i bambini a sperimentare ciò che hanno appreso nel corso degli incontri favorendo una maggiore generalizzazione dei contenuti e delle abilità.
I punti servono per mostrare concretamente ai bambini i loro progressi verso il raggiungimento di un traguardo che può diventare un premio concordato con i genitori.

Obiettivi

Gli obiettivi di questo percorso consistono nel migliorare l’attenzione e la capacità di focalizzarsi su un’attività con l’intento di ridurre le risposte impulsive, aumentare la consapevolezza di ciò che avviene nel momento presente creando così uno spazio dove poter valutare le opzioni disponibili scegliere le proprie azioni in base ai propri valori personali e aumentare e rinforzare le abilità sociali. La ricerca ha infatti dimostrato che il Child Training ADHD consente ai bambini di migliorare anche la loro capacità di regolare le emozioni nei contesti sociali.

Il prossimo percorso avrà inizio presso il Centro per l’Età Evolutiva a partire dal mese di ottobre. Condurrà il gruppo la dott.ssa Daniela Sonzogni (psicologa).

Scopri il programma!

Per eventuali info: daniela.sonzogni@centoetaevolutiva.it

leggi anche
Sara Pulcini
La pediatra
“I bambini hanno diritto a scuola e sport: ciò che perdono oggi non lo riavranno più”
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it