Caravaggio, tentano di abbracciare un anziano per rubargli il Rolex: denunciati - BergamoNews
Domenica mattina

Caravaggio, tentano di abbracciare un anziano per rubargli il Rolex: denunciati

Si tratta di due 21enni incensurati, domiciliati in un campo nomadi di Milano

In una via di Caravaggio, nella mattinata di domenica, i carabinieri del Comando stazione di Caravaggio, hanno rintracciato e denunciato in stato di libertà per tentato furto con destrezza in concorso due 21enni incensurati, domiciliati in un campo nomadi di Milano, autori di un tentativo di furto dell’orologio Rolex  a un anziano con la ‘tecnica dell’abbraccio’.

Con un pretesto la donna si è avvicinata alla vittima cercando di abbracciarla per poi tentare di sfilargli l’orologio dal polso, un Rolex, e allontanarsi a bordo dell’autovettura guidata dal complice.

La vittima, accortasi dell’intenzione dei malfattori di asportargli l’orologio del valore di 6mila euro circa, dopo essersi rifugiato nel portone di casa della figlia, non ha ceduto agli insistenti tentativi della malfattrice di abbracciarlo avanzando delle avance, ed ha subito allertato il 112 richiedendo l’intervento delle forze dell’ordine.

Le immediate ricerche avviate in collaborazione con la Polizia Locale di Caravaggio, hanno consentito di rintracciare e fermare gli autori sulla Ford Focus di colore blu su cui viaggiavano.

Lo scorso 7 settembre, sempre a Caravaggio, è stato effettuato un furto con modalità analoghe di un orologio Rolex, del valore di 15mila euro a una persona della zona, rimasto ferito dopo esser caduto nel tentativo di rincorrere gli autori del furto di etnia rom, diversi da quelli denunciati.

Più informazioni
leggi anche
  • Dalla regione
    Via libera all’accordo di programma per la caserma dei carabinieri a Caravaggio
    Caserma carabinieri Caravaggio
commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it