Campionati Italiani 10.000 metri, Sebastiano Parolini conquista il titolo promesse - BergamoNews
Atletica leggera

Campionati Italiani 10.000 metri, Sebastiano Parolini conquista il titolo promesse

Il 22enne di Gandino ha concluso la propria prova in 29'08”07, fissando così il nuovo primato personale

La magica stagione di Sebastiano Parolini si conclude con un successo dal sapore tricolore.

Il 22enne di Gandino ha terminato in seconda posizione il Campionato Italiano dei 10.000 metri, conquistando così il titolo nazionale promesse.

In grado di migliorarsi lungo le diverse distanze che caratterizzano il mezzofondo, il portacolori del Gruppo Alpinistico Vertovese non si è smentito nella gara più lunga, combattendo sino alla fine per il primo posto assoluto.

Nonostante le sorti della prova sembravano esser decise dall’attacco di Pietro Riva (Fiamme Oro), il giovane seriano è riuscito a ribaltare la situazione in compagnia di Osama Zoghlami (Aeronautica Militare) completando l’inseguimento all’ultima curva.

Lo spunto veloce del 26enne siciliano ha negato la gioia della vittoria all’atleta orobico che si è prontamente consolato con il titolo di categoria e il nuovo personale fissato in 29’08”07.

La pista di Vittorio Veneto ha messo le ali anche a Cesare Maestri (Atletica Valli Bergamasche) e Francesco Puppi (Atletica Valle Brembana) che hanno concluso la competizione in settima e undicesima posizione.

Nonostante la poca attitudine al tartan, i due esponenti della corsa in montagna azzurra hanno abbassato i propri limiti fermando il cronometro in 29’31”99 e in 29’52”11.

In campo femminile pronostici rispettati per Gaia Colli che si è imposta fra le Under 23.

La bellunese dell’Atletica Valle Brembana ha tagliato il traguardo veneto in settima posizione aggiudicandosi così l’alloro giovanile in 35’06”87, migliorando il proprio primato di 55 secondi.

commenta

NEWSLETTER

Notizie e approfondimenti quotidiani sulla tua città.

ISCRIVITI

Per favore, disabilita AdBlock per continuare a leggere.

Bergamonews è un quotidiano online gratuito che non riceve finanziamenti pubblici: l’unica fonte di sostegno del nostro lavoro è rappresentata dalle inserzioni pubblicitarie, che ci permettono di esistere e di coprire i costi di gestione e del personale.
Per visualizzare i nostri contenuti, scritti e prodotti da giornalisti a tempo pieno, non chiediamo e non chiederemo mai un pagamento: in cambio, però, vi preghiamo di accettare la presenza dei banner, per consentire a Bergamonews di restare un giornale gratuito.
Vuoi continuare a leggere BergamoNews senza pubblicità? Scopri come su bergamonewsfriends.it