BergamoNews it - Bergamonews notizie in tempo reale da tutta Bergamo e provincia: cronaca, politica, eventi, sport ...

Bergamo, riaprono i centri socio culturali: quarantena per i libri e mascherina

Tutte le disposizioni per l'ingresso in sicurezza: rimangono chiusi per lavori quelli di Longuelo e Malpensata.

Più informazioni su

Da lunedì 28 settembre 2020 riaprono al pubblico i centri socio culturali del Comune di Bergamo, con le modalità e precauzioni previste dalla normativa anti Covid19. Tornano quindi all’attività gli spazi di Borgo Palazzo, Celadina, Conca Fiorita-Lazzaretto, Fontana, Grumello al Piano, Pignolo e Villaggio Sposi.

Non possono invece riaprire, perchè interessati da lavori di manutenzione in corso, i centri socio culturali di Longuelo e Malpensata, per i quali verrà comunicata la riapertura non appena terminati i lavori.

I Centri Socio Culturali continuano ad essere spazi pensati per lo studio, la lettura, la consultazione, attività ludiche e didattiche, ma con l’unica limitazione del numero massimo di presenze, fissato sulla base delle normative in tema di distanziamento.

Sarà possibile prendere in prestito volumi presenti, come pure “prenotare” libri del Sistema Bibliotecario Urbano, dei quali poi verrà comunicata via mail la disponibilità per il ritiro.

La restituzione di libri presi in prestito prima dell’inizio del lockdown si effettua per ora con l’obbligo di inserire i libri in un sacchetto riportante i dati dell’utente, per permettere di effettuare un periodo di quarantena di dieci giorni prima della ricollocazione a scaffale.

In ogni centro socio culturale è presente una postazione per navigazione Internet a libero accesso, per la quale è necessario utilizzare l’account personale di Bergamo Wi-Fi. Per queste postazioni è previsto che l’utente provveda ad una pulizia a termine navigazione, utilizzando il materiale di sanificazione presente nel Centro.

Sono sospesi i doni di libri da parte degli utenti.

Gli utenti dovranno rispettare con attenzione la segnaletica d’ingresso e di uscita per consentire le distanze di sicurezza. L’accesso è consentito solo dopo la misurazione della temperatura corporea che sarà eseguita dagli Operatori dei centri socio culturali. All’ingresso è disponibile un flacone con gel disinfettante, che ogni utente sarà chiamato a usare prima di entrare all’interno dell’edificio. L’ingresso è consentito con mascherina, tranne che per i minori di 6 anni (accompagnati), per i quali l’uso è comunque raccomandato.

Modalità a parte sono previste per il centro socio culturale del Lazzaretto, che è destinato a Spazio Co-Working e Punto Internet. Per questo Centro è previsto l’accesso su prenotazione, con l’utilizzo della APP Filavia da scaricare sul proprio telefonino o tablet; una volta registrati e seguendo i passaggi indicati, gli utenti potranno prenotare una delle 6 postazioni che risultano libere con cadenza di 1 ora ciascuna. Mentre per le persone che non possono prenotare on line, sarà possibile chiamare il centro al numero di telefono 035.399977 durante gli orari di apertura, per prenotare la postazione.

© Riproduzione riservata

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di BergamoNews it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.